Notte di follia a Brescia: uccide ex moglie e altre 3 persone

Strage a di Brescia dove nella notte un uomo di 34 anni, Mario Albanese, ha ucciso a colpi di pistola quattro persone. Fra le vittime l’ex moglie la sua figlia 19enne, un amico (sempre dell’ex moglie) e un amico della ragazza. Il fatto è successo intorno alle 3:30 in via Raffaello, quartiere San Polo. L’omicida, originario di Modugno in provincia di Bari, ha sparato alle quattro persone davanti  ai tre bambini, di età comprese fra i 5 ed i 10 anni, che aveva avuto con l’ex moglie.

Per questo motivo si pensa, secondo indiscrezioni, che ad aver spinto l’uomo al folle gesto sia un movente passionale.
Dopo la strage l’uomo ha provato a suicidarsi puntandosi la pistola alla testa, gesto fermato dal tempestivo intervento di un carabiniere in borghese che abita a pochi metri di distanza dal luogo dei delitti ed aveva udito gli spari. Secondo testimoni l’arma si era inceppata e il carabiniere avrebbe così potutto disarmarlo dopo una breve collutazione.
In queste ore la Squadra mobile della Questura di Brescia intervenuta questa notte sta proseguendo le indagini. Il pm Antonio Chiappani ha già disposto test tossicologici sull’omicida.
Mario Albanese si è già avvalso della facoltà di non rispondere davanti al magistrato mentre le tre bambineche hanno assistito all’omicidio sono state portate in questura e molto probabilmente saranno affidate ai parenti.

Enrico Ferdinandi

4 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook