Terremoto in Basilicata, 18 scosse in 2 giorni

Terremoto in Basilicata, 18 scosse in 2 giorni

scossa_media_basilicata_13ago2014

Nuovo terremoto in Basilicata. Dopo le scosse di ieri, 12 agosto, la terra lucana ritorna a tremare nella giornata odierna. La zona colpita dal terremoto è quella del Metapontino, la stessa interessata nella giornata di ieri da una rilevante sequenza sismica.

Il primo evento sismico è stato segnalato alle 18.53 di ieri, con una magnitudo di 2.1 della scala Richter localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV. L’ultima scossa della serie di cinque pomeridiane, con magnitudo pari a 2.8 è stata registrata poco prima delle 21.00. Alle 22.15, invece, è stato avvertito nello stesso distretto sismico (l’INGV non ha ancora localizzato con esattezza l’epicentro, anche se lo stesso è comunque collocabile nella zona della piana di Metaponto) un altro evento di forte intensità, con magnitudo pari a 3.7 della scala Richter.

L’attività sismica di oggi è stata registrata alle ore 12:08, ed è stata valutata di magnitudo 3.1 della scala Richter, ma con ipocentro leggermente differente rispetto a quello del terremoto di ieri sera ed alla gran parte delle scosse segnalate prima e dopo.
Il terremoto odierno ha avuto epicentro tra i comuni di Craco e Ferrandina, ed ipocentro valutato a 10 chilometri di profondità, rispetto ai 16 chilometri di profondità di quello di ieri. Attualmente sono state registrate ben 18 scosse di terremoto nella zona, tra ieri ed oggi.

Come spiegano gli esperti, comunque, si tratta di terremoti di scarsa intensità, appena percepibili nei territori situati ad una distanza inferiore a 19 chilometri dall’epicentro.

Giuseppe Ferrara
13 agosto 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook