Cammarelle torna in Basilicata. Il “Talent League of boxing” arriva a Rionero

Cammarelle torna in Basilicata. Il “Talent League of boxing” arriva a Rionero

roberto-cammarelleRoberto Cammarelle, il pugile campione del mondo dei dilettanti e medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino 2008, nato a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano, ma originario della Basilicata (il padre Angelo è originario di Rionero in Vulture, sua madre, Giovanna, è di Scalera, frazione di Filiano), è in procinto di tornare nella sua terra natia per un importante evento sportivo.

Il campione olimpico, infatti, ha organizzato il “Talent League of boxing” (presentato ufficialmente nei giorni scorsi al Foro Italico di Roma), vero e proprio torneo di pugilato, che lo stesso Cammarelle considera un autentico campionato a squadre a carattere regionale e che sta promuovendo e portando in giro per tutta l’Italia.

Per la sua terra d’origine, l’atleta ha scelto proprio la città del padre, Rionero in Vulture.

L’evento, che si terrà al Palasport di contrada Gaudo di Rionero, prevederà incontri di boxe tra due team del Sud inseriti per la regular season, nel “day 2 group C”, i Lupi Briganti e le Pantere Aragonesi.

Un bel gesto di riconoscenza per la sua terra da parte di Cammarelle, che nonostante le grandi vittorie, i numerosi riconoscimenti e onorificenze (è stato insignito a Roma, il 27 settembre 2004, su iniziativa del Presidente della Repubblica, del titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana e il 1° settembre 2008, sempre su iniziativa del Presidente della Repubblica, del titolo di Commendatore della Repubblica Italiana) dimostra ancora una volta la sua grande e riconosciuta umiltà, dote fondamentale e tutt’altro che scontata per essere grandi uomini, prima che grandi atleti.

Giuseppe Ferrara
7 aprile 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook