ll primo giro del mondo fu spagnolo?

ll primo giro del mondo fu spagnolo?

la Royal Academy of History spagnola (RAH) ha diviso un rapporto, su richiesta del direttore del quotidiano conservatore ABC, per attestare ufficialmente “l’esclusiva paternità del giro del mondo” con la prima circumnavigazione della storia, realizzata per la maggior parte da Fernando Magellano. Una triste notizia, perché questo tipo di polemica ci dice sempre di più sul presente che sul passato, e perché il coinvolgimento della RAH mostra che l’istituzione accademica è totalmente infiltrata dalla politica.

Chi segue la politica spagnola conosce il fenomeno: quando un governo di sinistra è al potere, la destra conservatrice e nazionalista va oltre la mera opposizione politica. E questa volta, il Portogallo è coinvolto nella polemica, perché questo diritto ritiene che il governo spagnolo si umilia e si inginocchia davanti al governo portoghese e che “la diplomazia portoghese ha perso ogni rispetto per la Spagna. ” È proprio da questa frase che si conclude un articolo pubblicato dalla persona responsabile delle pagine Cultura del quotidiano ABC che denuncia le “ridicole bugie che il Portogallo recita per appropriarsi del giro del mondo”.

Ma non fatevi ingannare, il Portogallo è solo una vittima collaterale di questo conflitto: ciò che davvero sconvolge la stampa spagnola di destra è che il governo spagnolo ha deciso di cooperare con Lisbona per molte delle celebrazioni di commemorazione del viaggio di Magellano, e per la presentazione di una domanda congiunta per l’iscrizione della “Via Magellana” al patrimonio mondiale dell’UNESCO. Che ha, secondo le parole del giornalista, “offerto metà della commemorazione in Portogallo”.
Per riassumere, le autorità di Madrid, “buone e candide”, si lasciano ingannare da i portoghesi, che volano in Spagna per una commemorazione che potrebbe tuttavia essere solo “pienamente ed esclusivamente spagnola”.

Il portoghese Magellano non voleva andare in giro per il mondo. Con 5 navi e 239 uomini, finanziati dalla Corona spagnola, partì dalla foce del Guadalquivir il 20 settembre 1519 per raggiungere le “isole delle spezie” (Indonesia), per la via ovest. Consapevole attraverso le sue conoscenze, sapeva che esiste un passaggio tra l’Atlantico e il Pacifico (da qui lo stretto di Magellano). L’obiettivo originale è quello di tornare quindi con lo stesso percorso. Ma la spedizione non funzionò. Magellano stesso muore durante il viaggio. Lo spagnolo Juan Sebastián Elcano, un semplice barcaiolo diventato capitano, cambia il suo piano a bordo dell’ultima nave, la navata Victoria. Ha scelto di tornare dal Capo di Buona Speranza. Da qui il “tour del mondo”, terminato il 6 settembre 1522.

Filed in: Senza categoria
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook