Ducati in vendita: ipotesi Volkswagen

Ducati, una delle aziende capaci di portare in alto la bandiera italiana nel Mondo, potrebbe aver un nuovo partner: la Volkswagen

Era lo scorso febbraio quando Andrea Bonomi, presidente di Investindustrial, fondo tricolore di   private equity che possiede l’azienda motociclistica italiana, affermava la necessità di trovare un partner economicamente forte, in modo da dare una spinta all’azienda in una prospettiva di crescita costante. Tutto ciò nonostante i risultati economici del 2011, contrariamente a quelli sportivi, siano stati più che positivi, facendo registrare il record di vendite (oltre 42 mila moto vendute nel mondo) e Ducati sia una società  in perfetta salute. Queste le parole di Bonomi: “Ducati è attualmente un’azienda perfetta, ma per un’ulteriore crescita ha bisogno di un partner industriale di classe mondiale. Quest’anno lavoreremo per trovare quel partner”.

A seguito di questa esternazione, molti sono stati i potenziali acquirenti interessati che si sono fatti avanti, nonostante l’investimento non sia affatto ininfluente dal punto di vista economico-finanziario: il valore dell’azienda di Porgo Panigale si aggira infatti intorno a un miliardo di euro; non certamente spiccioli. L’operazione, inoltre, rappresenterebbe un ulteriore segno evidente della crescita economica e di prestigio fatta registrare da Ducati, se si considera che il suo valore attualmente stimato è il triplo rispetto all’investimento iniziale.

Dapprima sono circolate notizie riguardanti una possibile partecipazione da parte della Mercedes che, tra l’altro, è già partner della di Ducati con il marchio AMG; voci poi smentite dalla stessa casa automobilistica tedesca. Successivamente si sono alzate sirene indiane, concentratesi in particolare attorno al gruppo  Mahindra e al gruppo Hero Motocorp, maggiore produttore indiano di moto. Proprio Hero ha di recente troncato i rapporti economici con Honda, scatenando rumors circa un interessamento a Ducati da  parte del gruppo indiano, di nuovo dunque alla ricerca di un partner che completi la propria offerta di moto, carente nel settore delle grosse cilindrate.

Lo stesso amministratore delegato di Hero ha confermato in una recente intervista la notizia secondo la quale la Ducati sarebbe stata proposta da diverse banche al gruppo indiano. La pista indiana sembrava dunque quella maggiormente percorribile, almeno fino a pochi giorni fa, quando è iniziata a circolare la notizia riguardante un possibile interesse di Volkswagen ad una partnership con la casa motociclistica italiana. Secondo queste voci, addirittura sarebbe già stato firmato un accordo, esito di trattative avviate già da tempo. Sembrerebbe, quindi, che la ricerca di un partner di classe mondiale da parte di Bonomi stia per giungere al termine. Tutto ciò sembra confermato dal fatto che proprio la Ducati sia un pallino fisso di Piech, capo del gruppo Volkswagen, che appena 3 anni fa affermava: “mi piacerebbe un produttore motociclistico piccolo e redditizio”.

Tutto sembra portare ad una facile conclusione delle trattative, che terranno col fiato sospeso i milioni di ducatisti sparsi in tutto il mondo; ma su una cosa si può dormire sogni tranquilli: fintanto che i partners saranno di questa caratura, Ducati continuerà a produrre moto di pregevole fattura.

Giuseppe Ferrara

9 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook