Con l’implantologia sorridere non ha età

Con l’implantologia sorridere non ha età

Ogni giornata senza un sorriso è una giornata persa, diceva Charlie Chaplin. Conosciamo tutti l’importanza di un sorriso e troppo spesso la perdita dei denti è tra le principali cause che “spengono” la voglia di sorridere.

Sin dall’antichità l’uomo ha sentito l’esigenza di porre rimedio alla caduta dei denti e sebbene l’implantologia moderna, come la conosciamo, sia relativamente recente (1947), le sue radici sono così antiche che non permettono di localizzare il momento esatto in cui qualcuno per la prima volta ha avuto l’idea di rimediare alla perdita dei denti, in qualunque modo: inserendo minerali, osso o pezzi di conchiglia lavorata.

Eppure oggi sono ancora molti i timori che affliggono le persone che necessitano di cure odontoiatriche. Dalla semplice paura del dolore, ai pregiudizi sulle competenze ed onestà degli studi dentistici a cui affidarsi, alle preoccupazioni di ordine economico, non è mai semplice scegliere a chi rivolgersi in un mondo in cui l’offerta di cliniche dentali ormai si spreca, online e offline.

Come scegliere serenamente lo studio dentistico in cui portare i propri figli, in cui sentirsi accolti, seguiti e rassicurati, da un punto di vista terapeutico ed economico? Sicuramente la reputazione e il passaparola sono ancora il valore aggiunto, più di qualche accattivante pubblicità, soprattutto quando non si tratta di eseguire una semplice ablazione del tartaro ma interventi di implantologia.

Implantologia dentale, a carico differito e a carico immediato

Chi non esercita la professione di dentista non ha la dimestichezza con i termini del settore e il loro significato. Cerchiamo di fare chiarezza su alcune tecniche che potrebbero venirci proposte quando dobbiamo ricorrere all’implantologia per la perdita di uno o più denti.

Con l’implantologia dentale, si possono sostituire in anestesia locale i denti mancanti, ricreando artificialmente le radici con viti di titanio (biocompatibili al 100%) inserite direttamente nell’osso della mascella o della mandibola. In questo modo, attraverso un processo biologico di qualche mese, chiamato osteointegrazione (integrazione dell’impianto da parte del tessuto osseo), è possibile applicare una protesi per tornare a masticare, ridere e guardarsi allo specchio senza più timore di ritrovarsi un volto dall’aspetto diverso.

In un’epoca in cui si ha sempre meno tempo per tutto, diventa fondamentale avere la possibilità di ricorrere a trattamenti indolori e più rapidi, che consentano di riprendere le proprie attività, lavorative e non, nel minor tempo possibile. Ovviamente la valutazione della soluzione ottimale è sempre nelle mani del dentista, per questo vale la pena non improvvisare nella scelta della clinica odontoiatrica, affidandosi al caso come se una valesse l’altra.

È il dentista che valuta la quantità di tessuto osseo del paziente, le sue condizioni di salute, lo stato delle gengive e se veramente è motivato. Il successo di un impianto che duri nel tempo dipende anche dalla capacità di essere attenti alla propria igiene orale quotidiana, oltre che assidui nell’effettuare i vari controlli.

In cosa si differenziano le due tecniche di implantologia dentale? Innanzitutto, in quella a carico differito, i tempi si dilatano per la necessaria divisione in due fasi, in quella a carico immediato è invece indiscutibile il vantaggio in termini di tempo. Vediamo nel dettaglio:

  • a carico differito (two stage) — nella prima fase avviene l’inserimento dell’impianto dentale in titanio nell’osso, con sutura della mucosa; nella seconda fase c’è la riapertura della mucosa per togliere la vite di guarigione e avvitare il pilastro dentale sull’impianto che, nel frattempo, è stato inglobato nell’osso, nel periodo di osteointegrazione; sul pilastro dentale si cementa prima la corona protesica provvisoria e poi quella definitiva.
  • a carico immediato (one stage) — in questo caso si inseriscono nello stesso giorno sia l’impianto dentale che la corona protesica; le viti in titanio vengono introdotte con la testa che emerge dalla gengiva, a cui si può caricare immediatamente la protesi dentale provvisoria, mentre per la definitiva si deve attendere il solito periodo di integrazione con l’osso (circa 3 mesi), senza però patire alcun danno estetico.

L’implantologia a carico immediato offre quindi una soluzione rapida senza dover aspettare i mesi dell’osteointegrazione tipici della tecnica a carico differito, prima di avere una protesi fissa immediata, senza sottoporsi ad altri interventi e con una riabilitazione veloce.

Cliniche odontoiatriche, perché conviene

Parlare di interventi odontoiatrici vuol dire parlare anche di prezzi. Una volta che si viene rassicurati sulle tecniche, i tempi ed il decorso operatorio e post operatorio, arriva il momento di capire il costo. Per fare un preventivo è indispensabile un’analisi preliminare accurata. La valutazione da parte del dentista del trattamento di implantologia dentale più adatto avviene solamente dopo una attenta visita e gli esami diagnostici necessari.

Oggi esistono diverse soluzioni che rendono possibile affrontare con serenità ogni cura ed intervento odontoiatrico. La Clinica SST Sidoti & Tartaglia, oltre ad una pluridecennale professionalità, competenza e cordialità, mette a disposizione dei suoi pazienti diverse modalità di pagamento, tra finanziamenti e convenzioni con compagnie assicurative o fondi di assistenza sanitaria.

I pazienti possono effettuare interventi chirurgici in regime di solvenza, grazie alla copertura completa o parziale delle spese da parte della loro polizza assicurativa. In questo modo la clinica odontoiatrica riesce ad offrire una soluzione personalizzata, sia terapeutica che di pagamento, creando un legame di fiducia con le persone che vedono soddisfatte le proprie necessità ed aspettative.

Per tornare a sorridere, non è mai troppo tardi.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook