La Roma dei faraoni dilaga a Verona: 5-3 al Chievo

La Roma dei faraoni dilaga a Verona: 5-3 al Chievo

Partita emozionante, anche per le distrazioni della Roma ma anche per un Chievo, che pur nulla ha da chiedere alla stagione ma che è tutt’altro che arrendevole. La Roma stravince con un pizzico di suspance che non serviva ma si ritrova saldamente al secondo posto e, con una gara in più, ad un punto dalla Juventus che se la dovrà vedere con il Crotone ad un passo dalla serie B.

I cinque gol di oggi, nonostante il doppio svantaggio subito dai giallorossi, danno la misura con la quale la squadra di Spalletti, i suoi “uomini splendidi” per dirla con sue parole, trovano la forza di ribaltare per ben due volte il risultato e rimettere in piedi una partita scriteriata, dominando nel finale.

Roma svampita – Inizia sotto la pioggia il match odierno con la Roma che ragiona per stanare gli avversari e subito al 2’ Strootman, nelle vesti di Nainggolan, scodella una palla interessante per Dzeko che però scivola cercando di girarsi per il tiro. Sempre Strootman, di tacco, per Salah all’8’ che con il suo interno sinistro a giro impegna Sorrentino in una splendida parata. Sembra un monologo romanista ma al 15’ è il Chievo ad andare in vantaggio. Il cross di Depaoli a centro area pesca la testa di Inglese che anticipa un distratto Manolas. La palla finisce sui piedi di Castro che scarica un sinistro potente alle spalle di Szczesny.

Il Chievo prende coraggio ed entusiasmo dopo il gol, con grande densità di gioco in tutte la zone del campo; la Roma è appannata ed accusa il colpo.

Al 28’ il pareggio. Sorrentino rilancia male e Fazio, di testa, imbecca El Shaarawy che si lancia in area, scarta il portiere e di destro insacca la palla in rete.

Il Chievo non si scoraggia e ci prova prima con Birsa che impegna Szczesny in due occasioni fino al raddoppio clivense che arriva al 37’ proprio con grande azione di Birsa che crossa dalla sinistra una palla invitante per la testa di Inglese che insacca, con la complicità di Manolas e Fazio, alle spalle di Szczesny.

La Roma non ci sta e fa le prove del pareggio con Salah al 41’ che, da distanza ravvicinata di testa si fa parare da Sorrentino. Dopo due minuti Salah fa centro con uno splendido tiro a giro di interno sinistro, leggermente deviato da Cesar, che manda in bambola il portiere clivense.

Due a due e si va negli spogliatoi.

E’ una Roma scriteriata quella del primo tempo, Strootman è evidentemente fuori ruolo ma la difesa è lenta e troppo distratta. Il Chievo dal canto suo è attento e veloce nel ripartire ed approfitta alla prima occasione che la Roma gli concede.

Manita giallorossa – Nel secondo tempo la Roma si rende conto dell’importanza dell’obiettivo secondo posto e scende in campo più concentrata e volitiva.

Al 50’ triangolo in velocità Rudiger Salah conclude il tedesco con un tiro deviato in angolo. E’ solo il prologo della vittoria. Al 58’ gran cross di Strootman dalla destra, El Shaarawy si inserisce bene, controlla con il destro e sempre con il destro infila Sorrentino per il tre a due. Doppietta meritata per il piccolo 92 che, si inserisce tra le linee e si fa trovare sempre pronto per la conclusione.

La Roma diventa troppo leziosa dopo il gol ed il Chievo continua a crederci facendo soffrire i giallorossi. Spalletti rinforza il centrocampo e cambia El Shaarawy con Nainggolan nella sua posizione abituale arretrando Strootman. Dopo due salvataggi di Sorrentino su Dzeko prima e su Manolas poi, arriva il quarto gol romanista che chiude il match. Assist di Dzeko per Salah che conclude a rete con un sinistro a giro. Doppietta anche per lui. C’è gloria anche per il bosniaco nel finale, il suo bolide di destro a mezz’altezza incornicia un secondo tempo fantastico e lo porta a quota 38 gol in stagione.

All’86’ anche Inglese fa doppietta su un cross da corner, complice una difesa che oggi è stata tutto meno che impeccabile.

Nel finale, chiamato da tutto lo stadio, entra Francesco Totti, che riceve un’ovazione dai tifosi di entrambe le squadre: lo sport riconosce i campioni veri, oltre ogni bandiera.

La Roma difende il secondo posto mostrando tutto il campionario dei suoi difetti ma anche quello dei suoi pregi, l’obiettivo è lì, a due passi occorre solo perseverare altri novanta minuti.

 Meritano 2duerighe

   El Shaarawy – Salah: i due Faraoni ci regalano due splendide doppiette e fanno volare la Roma ad un punto dalla Juventus. Salah si danna l’anima sulla fascia e El Shaarawy si infila tra le linee avversarie con maestria. Insostituibili

   Manolas: testa tra le nuvole oggi per il greco. Distratto si perde per due volte Inglese e per due volte gli avversari vanno a rete. Sirene straniere?

 TABELLINO

 CHIEVO – ROMA 3-5

 CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino, Cacciatore, Gamberini (57’ Frey), Cesar, Gobbi, Depaoli, Radovanovic, Bastien, Castro (46’ Pellissier), Inglese (87’ Vignato), Birsa. All.: Maran.

 ROMA (4-3-3): Szczesny, Rudiger, Manolas, Fazio, Emerson, Paredes, De Rossi, Strootman, Salah (82’ Perotti), El Shaarawy (71’ Nainggolan), Dzeko (86’ Totti). All.: Spalletti.

 Marcatori: 15’ Castro (C), 28’ El Shaarawy (R), 37’ Inglese (C), 42’ Salah (R). 58’ El Shaarawy (R), 76’ Salah (R), 83’ Dzeko (R), 86’ Inglese (C)

 Ammoniti: Castro, Radovanovic (C)

 Arbitro: Damato di Barletta

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook