Una Roma pragmatica vince 3-0 a Bologna

Una Roma pragmatica vince 3-0 a Bologna

Parte da oggi l’ultima serie di partite tutte da vincere per la Roma che vuole provare a stare in scia della Juventus. A nulla servono le polemiche della doppia sfida con la Lazio in semifinale di Coppa Italia e del toto allenatore del futuro giallorosso, serve concentrazione per vincere tutte le gare che rimangono fino alla fine del campionato sperando in un passo falso della capolista.

Spalletti ci prova e ci riesce oggi a Bologna, in un Dall’Ara colmo di tifosi giallorossi che abbracciano la squadra e la fanno sentire come a casa. Jesus preferito a Peres , De Rossi regista basso con Strootman e Nainggolan a fare gli interni ed il terzetto d’attacco Salah, El Shaarawy e Dzeko. Donadoni prova a dar fastidio alla Roma con un pericoloso Verdi, con Krejci preferito a Di Francesco e ritrova Masina a sinistra della difesa.

Fazio centravanti – Ritmi blandi ad inizio gara complice il primo caldo della stagione che la fa da padrone. La partita è lenta e la Roma deve aumentare il ritmo altrimenti diventa prevedibile. Al 13’ su ottimo assist di Dzeko dal limite dell’area Strootman si fa anticipare da Mirante in uscita. Il Bologna è tutto dietro la linea della palla e la Roma occupa stabilmente la metà campo avversaria. Al 20’ lampo del Bologna. Verdi vede Destro al centro dell’area piccola e lancia una bella palla per il compagno, Szczesny esce male e butta la palla addosso al compagno che la manda in corner. Un minuto dopo è Krejci che per poco non colpisce di testa un lancio interessante di Dzemaili. Al 26’ il vantaggio romanista. El Shaarawy batte un corner perfetto dalla destra, la palla che sbatte su Manolas disorienta la difesa rossoblù ma è pronto invece Fazio che di collo pieno trafigge Mirante. La Roma amministra il vantaggio ottenuto con il minimo sforzo e cerca di stanare ed innervosire l’avversaria. Manovra che riesce in pieno agli uomini di Spalletti che al 38’ hanno una grande occasione per raddoppiare. Salah crossa dal fondo una palla profonda per El Shaarawy ben posizionato al centro dell’area piccola, ma solo davanti a Mirante si fa ipnotizzare. Al 41’ arriva il raddoppio della Roma con una splendida azione tutta di prima. Strootman verticalizza per Dzeko che alla cieca smarca l’accorrente Salah il cui pallonetto di destro beffa Mirante.

I primi quarantacinque minuti si chiudono con un’ottima azione di El Shaarawy la cui conclusione di destro a giro esce fuori di poco.

Una Roma al piccolo trotto chiude il primo tempo col doppio vantaggio contro un Bologna tutt’altro che aggressivo, limitandosi a controllare la partita per gestire il risultato.

 Dzeko 34 – Il Bologna entra in campo aggressivo e prova una partenza sprint con Di Francesco entrato al posto dell’infortunato Verdi. E proprio dai piedi del numero 14 rossoblù arrivano i pericoli per la Roma. Al 47’ un suo cross perfetto cerca Dzemaili in area avversaria ma lo svizzero tocca male di testa e la palla finisce tra le braccia di Szczesny. Al 51’ Di Francesco si incunea in area di rigore tra Jesus e Manolas che in scivolata sbaglia l’intervento sull’attaccante del Bologna, la palla finisce sulla destra in posizione angolata ma l’attaccante bolognese riesce a tirare e la palla prende il palo interno e carambola fuori. Roma fortunata. Al 62’ Donadoni cambia Petkovic per un impalpabile Nagy e passa ad un 4-4-2 con la coppia d’attacco Destro e Petkovic ma la sostituzione non sortisce gli effetti sperati. Al 67’ Perotti, subentrato ad un ottimo El Shaarawy, fa le prove di tripletta tenta un tiro di destro dal limite a sorprendere Mirante senza riuscirci. Al 75’ Dzeko fa 34. Geniale lancio di Salah per Perotti che allarga la palla per il bosniaco, facile spingere la sfera in rete per il tre a zero che chiude la partita. All’85’ tutto lo stadio si alza in piedi ad applaudire Francesco Totti che fa passerella al posto di Dzeko: una standing ovation meritatissima per il capitano giallorosso.

La partita non ha più nulla da dire e con qualche secondo di anticipo sui tre minuti di recupero Damato fischia la fine.

La Roma ha iniziato sonnolenta trovando il vantaggio fortunosamente poi ha disposto dell’avversario con grande intelligenza e, nei primi dieci minuti del secondo tempo, con quella fortuna che storicamente manca a questa squadra. I giallorossi allungano sul Napoli, aspettando il risultato del match serale, e rimangono in scia della Juventus capolista. Sette gare per sperare ancora.

 Meritano 2duerighe

  Fazio: il numero 20 oggi si improvvisa attaccante e fa centro portando in vantaggio la squadra, non si dimentica però di giganteggiare in difesa colmando quelle lacune apparse nei precedenti incontri. Insostituibile.

Destro: l’ex romanista strappa la palma del peggiore persino a Nagy. Inconcludente per tutto il primo tempo nel secondo, oltre a confermare la sua scarsa vena, se la prende pure con i compagni. Inutile.

 TABELLINO

 BOLOGNA – ROMA 0-3

 Bologna (4-3-3): Mirante, Masina, Maietta, Gastaldello, Krafth, Dzemaili, Pulgar, Nagy (63’ Petkovic, Krejci, Verdi (46’ Di Francesco), Destro. All.: Donadoni.

 Roma (4-2-3-1): Szczesny, Rudiger, Manolas (77’ Vermaelen), Fazio, Jesus, Strootman, De Rossi, Salah, Nainggolan, El Shaarawy (65’ Perotti), Dzeko (85’ Totti). All.: Spalletti.

 Marcatori: 26’ Fazio, 41’ Salah, 75’ Dzeko (R)

Ammoniti: Maietta, Dzemaili, Petkovic (B), Manolas, Strootman (R)

Arbitro: Damato di Barletta

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook