Super Totti esalta la Roma: Juve sconfitta 1-0

La quarta sconfitta in campionato della Juventus arriva all’Olimpico contro la Roma trascinata da un grande Francesco Totti che regala ad Andreazzoli la prima vittoria sulla panchina giallorossa.

 

Il tecnico romanista conferma la difesa a tre, scegliendo Marquinho sulla fascia sinistra a centrocampo con Totti e Lamela dietro ad Osvaldo.

Senza Marchisio sulla mediana, Conte rilancia Pogba mentre Vucinic e Matri vengono confermati in attacco.

Inizio sostanzialmente equilibrato con la Roma che si rende pericolosa all’undicesimo con Osvaldo il quale supera Buffon ma calcia malamente in porta da posizione defilata. La Juve reagisce e sembra più intraprendente soprattutto sulla corsia di destra con Lichtsteiner, al 18’ primo sussulto bianconero firmato da Pirlo che su una punizione da oltre venticinque metri impegna Stekelenburg bravissimo nel deviare in corner.

La gara non sale di ritmo, gli ospiti provano ad impostare la manovra mentre la Roma cerca di pungere con delle ripartenze. I portieri rimangono inoperosi, le emozioni non arrivano e la prima frazione si chiude a reti bianche. 

La ripresa inizia con un’occasione per parte: al secondo Osvaldo prova il diagonale su suggerimento di Totti ma non inquadra la porta, un minuto dopo Vucinic dal limite tenta il destro al volo che sfila di poco a lato.

All’undicesimo Pjanic pesca al centro dell’area Osvaldo che di testa gira in porta ma Buffon è pronto e respinge con i pugni. È il preludio al gol che arriva un minuto dopo con Totti: il capitano giallorosso scarica in porta da 25 metri un destro fantastico sotto l’incrocio sul quale non può nulla il portiere bianconero.

È un secondo tempo molto più acceso e combattuto, cresce l’agonismo e lo spettacolo migliora sensibilmente. La Juve dopo lo svantaggio fatica e non riesce ad organizzare una risposta convincente, i capitolini invece sembrano rigenerati dal gol e sfiorano il 2-0 con Lamela sugli sviluppi di un corner.

Conte aumenta la trazione offensiva della squadra al 70’ e mette dentro anche Anelka al posto di Vidal ma la sostanza non cambia con Stekelenburg che non deve compiere nessun intervento.

La Juventus si spegne con il passare dei minuti mentre la Roma gestisce il vantaggio e vince meritatamente una gara dominata nel secondo tempo.

Matteo Ciofi
17 febbraio 2013
 

 

ROMA-JUVENTUS: 1-0 (PRIMO TEMPO 0-0) 

Marcatori: Totti 58’.

Ammoniti: De Rossi, Totti, Matri, Lichtsteiner, Pirlo. 

ROMA (3-4-2-1): Stekelenburg; Piris, Burdisso, Marquinhos; Torosidis, De Rossi, Pjanic (65’ Bradley), Marquinho (83’ Balzaretti); Lamela, Totti (88’ Florenzi); Osvaldo.

All.: A. Andreazzoli. 

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Vidal (70’Anelka), Pirlo, Pogba, Asamoah (56’ Padoin); Vucinic (56’ Giovinco), Matri.

All.: A. Conte. 

ARBITRO: G. Rocchi (FI).

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook