Premier League: bene le londinesi, il City crolla con i Saints

La 26’ giornata di Premier League si chiude con le ottime prestazioni delle londinesi mentre il City crolla a Southampton e vede il titolo allontanarsi sempre di più.
Chelsea-Wigan   4-1
I Blues sono impegnati a Stamford Bridge con il Wigan, cercando di rialzare la testa dopo la sconfitta a Newcastle e le brutte prestazioni nelle coppe. I Blues riescono nell’intento, chiudendo la partita con i Latics solamente nel finale. Le prime due reti di Ramires e Hazard danno l’ illusione della vittoria troppo in anticipo. Ci pensa Maloney infatti a riaprire tutto per il Wigan a metà del match. Il risultato rimane così in bilico fino ai minuti finali quando è l’eterno Frank Lampard a segnare il gol numero 198 della sua carriera nei Blues. Chiude la pratica Marin, per il definitivo 4-1.

Tottenham, Fulham, City.
Gli Spurs di Villas Boas devono tenere il passo sul Chelsea che ha vinto con il Newcastle. Il compito viene assegnato soprattutto a Gareth Bale, il quale non tradisce le aspettative.  Il Tottenham resta cosi a -1 dal Chelsea, conservando 4 punti di distacco sull’ Arsenal, vittorioso a Sunderland. Il Fulham invece si ferma sullo 0-0 a Norwich entre il Queens Park Rangers crolla con lo Swansea, incassando un pesante 4-1. Chiude il sabato il match tra Southampton e Manchester City. I londinesi partono davvero forte e gia nel primo tempo trovano il vantaggio con Puncheon. Raddoppia Davis per la squadra di Pochettino.  Poco prima dell’intervallo, i Citizens provano a rialzarsi con la rete di Dzeko, ma nella ripresa un autogol di Barry nella ripresa chiude la partita sul 3-1. Il City sprofonderà a -12 poi con la vittoria dello United, e la crisi di risultati comincia a spaventare anche Mancini.

 

Alessandro Righelli
11 febbraio 2013

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook