La Juve risponde al Napoli. Risale la Fiorentina, male ancora Lazio e Inter. Posticipo: Milan-Udinese 2-1

È durato poco più di dodici ore l’aggancio in testa del Napoli ai danni della Juve. I bianconeri rispondono ai partenopei ed espugnano Verona riallungando a +3. Alle loro spalle si stacca la Lazio che scivola a Marassi contro il Genoa mentre la Fiorentina torna al successo a differenza dell’Inter che perde malamente a Siena.
Trentatré gol totali, ben quattro vittorie esterne, sei rigori assegnati e tutti realizzati, una doppietta e soltanto una espulsione.

Nel match delle 12.30 la Juventus regola il Chievo 2-1. Apre le marcature Matri, raddoppio sul finire del primo tempo di Lichtsteiner, gol clivense siglato da Thereau al 52’.
Secondo stop consecutivo per la Lazio che perde a Genova. Parte bene il Grifone che va sul 2-0 con Borriello e Bertolacci, nella ripresa grande reazione capitolina ad opera di Floccari e Mauri (su rigore). Al 95’ però, il neo arrivato Rigoni, trova il jolly e regala a Ballardini tre punti d’oro.
Malissimo anche l’Inter che prolunga la sua striscia negativa fuori casa: a Siena i nerazzurri perdono 3-1. Vantaggio senese con Emeghara, pari di Cassano, toscani ancora avanti con Sestu e sigillo finale di Rosina su rigore al decimo della ripresa.
Colpaccio esterno dell’Atalanta che passa a Palermo e inguaia Gasperini. Finisce 1-2 con reti di Carmona, Denis e Nelson.
Sempre in coda risultato fondamentale per il Bologna che rimonta due volte il Pescara e vince 2-3. Partita ricca di episodi e rigori, nella ripresa Konè fissa il punteggio regalando a Pioli un successo importantissimo.
Torna a sorridere la Fiorentina che supera in casa il Parma 2-0 con i gol di Toni nel primo tempo e di Jovetic nella seconda frazione.
Nel posticipo di San Siro, il Milan batte 2-1 l’Udinese nel segno di Mario Balotelli. Il neo acquisto rossonero sblocca il match nel primo tempo, pareggia Pinzi nella ripresa, decide un rigore molto dubbio concesso da Valeri al 93’ e trasformato ancora da Balotelli.
Negli anticipi, vittoria esterna venerdì del Cagliari contro la Roma (2-4) mentre nelle gare del sabato pari senza reti fra Torino e Sampdoria con il Napoli che stende il Catania grazie alle reti di Cavani e Cannavaro.
In classifica marcatori sempre più leader solitario Cavani (18 reti), passo in avanti per Gilardino che raggiunge quota 10 centri.
Nel prossimo turno di Serie A grandi sfide negli anticipi del sabato: Juventus-Fiorentina e Lazio-Napoli. Il Milan domenica farà visita al Cagliari, la Roma affronterà a Genova la Samp, chiude la giornata il posticipo Inter-Chievo.

Matteo Ciofi

4 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook