PLAYOFF NBA: Thunder in finale di conference

PLAYOFF NBA: Thunder in finale di conference

I San Antonio Spurs vengono sconfitti in Gara 6 dagli Oklahoma City Thunder di Durant e Westbrook, i texani sono fuori dai Playoff della Western.

L’ultimo spiraglio per gli Spurs di rimanere nei playoff dell’ovest si chiude. Il risultato recita 99 – 113 decretando il 4 – 2 ed  il passaggio al turno successivo per OKC. Un responso veramente inaspettato considerando il record di regular season di San Antonio 67 – 15 e la memorabile batosta che gli speroni avevano dato ai Thunder all’ombra dell’Alamo, 92 – 124.

Sicuramente esistono partite più facili di quelle “dentro-fuori”, anche chiamate “elimination game”. Specialmente se si giocano in casa degli Oklahoma City Thunder, in una Chesapeake Energy Arena che non fa mai mancare il suo calore ai beniamini di casa. Infatti il fattore campo si fa sentire eccome, i tiri su cui gli Spurs avevano costruito le due vittorie nella serie, e su cui Aldrige aveva fatto letteralmente a pezzi gli avversari, sembrano non voler entrare nel canestro.Anche la panchina non sembra avere la solita intensità e qualità di gioco a cui ci aveva abituato in questa stagione e nelle precedenti.

Durant e compagni sembrano averne semplicemente di più. OKC conquista il campo muovendo benissimo il pallone in attacco e vincendo tutti i duelli di voglia ed energia, vedi Adams che spazza via Marjanovic nel primo tempo. L’energia dei padroni di casa è figlia anche del contributo della panchina. Mentre quelle di San Antonio sembra spenta, quella di OKC invece è pronta ed agguerrita. Ad OKC inoltre arrivano punti da elementi che solitamente non regalano super prestazioni offensive come Roberson (14 pti, 60% da tre punti), Adams ( 15 pti). La prima metà di fara si chiude sul 55 – 31.

Gli Spurs rientrano in campo con il piglio giusto ma non riescono minimamente ad arginare l’attacco casalingo. Guidato da Durant ( 37 pti ) e Westbrook (28 pti) i Thunder portano il risultato addirittura sul più 28 alla fine del terzo quarto.

Nonostante il moto d’orgoglio di Duncan (19 pti) e Leonard (22pti) gli Spurs sembrano stanchi ed abbattuti dal martellante attacco avversario. Attacco che non abbandona mai il suo incedere, atteggiamento dovuto alla rivalità figlia delle passate sfide di playoff tra queste due franchigie. L’aggressività di Oklahoma non diminuisce fino alla fine della partita , vedi stoppata di Serge Ibaka su Duncan, neanche quando i texani arrivano sul -9, Westbrook e Durant riportano a distanza di sicurezza i rivali nero argento.

La serie quindi finisce inaspettatamente a favore dei ragazzi di Donovan, bravissimo a trovare gli aggiustamenti giusti dopo le sconfitte dei suoi. Rimangono però ancora alcuni interrogativi aperti, questi Thunder possono infastidire Golden State? E seconda, ma non per importanza, quale sarà il futuro di Ginobili e di Duncan?

Ritiro o ulteriore “ultimo ballo”?

okc2

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook