Moto 3 Assen: Vinales da urlo, ko Antonelli. Fenati è dodicesimo

Nella terra dei tulipani sorride per la terza volta di fila il pilota di Figueres, protagonista di una bella rimonta nonostante qualche errore di troppo. Si arrende il suo antagonista Cortese, secondo. A completare il podio un sorprendente Kent che, batte nel fotofinish Salom. Tra gli italiani solo Fenny nei top 15.

Continua lo show di Vinales. In Olanda lo spagnolo della FTR Honda non sembra avere sosta e, infila la terza vittoria consecutiva, allungando in graduatoria. Al pilota iberico sembra portare fortuna il circuito di Assen che, lo ha visto vincitore anche l’anno scorso. Un altra prova da campione per Mack che, nelle prove ufficiali aveva incassato mezzo secondo dal suo diretto rivale Cortese, qualificandosi solo sesto. La gara ha preso un altra direzione  e il “Rookie of the Year” del mondiale 125 GP 2011, partito in seconda fila, è riuscito con grande determinazione a sferrare l’ attacco decisivo sul tedesco negli ultimi giri, volando,poi, indisturbato verso la bandiera a scacchi, solo per un errore di Salom. Resta aperta ,comunque,la corsa al titolo iridato con il pilota della Ktm Cortese che, perde una grande occasione di tornare in testa al campionato. Nonostante la caduta nel corso del turno di prove libere, il pilota di orgini italiane era stato perfetto nelle qualifiche, riuscendo a centrare la terza pole stagionale.

Partito in prima fila, il tedesco non è riuscito a spingere come un dannato e, anzi ha rischiato di finire fuori dal podio, riuscendo per inerzia a prevalere sull’ altra Ktm di un sorprendente Kent, terzo. Il britannico centra per la prima volta un insperato podio e, si è dimostrato un osso duro fin dalle qualifiche, chiuse con il secondo tempo a  soli 200 millesimi dalla pole.

Si è visto soffiare una probabile vittoria Salom che, era al comando alla staccata dell’ ultima variante e, si è dovuto accontentare del quarto posto, perdendo il confronto con il duo composto da Cortese e Kent che, l’hanno spuntata di un niente. Superlativa, comunque, la cavalcata di Salom che, non aveva entusiasmato venerdi quando non era andato oltre il decimo tempo. Leggermente più indietro Louis Rossi, quinto in sella alla FTR Honda, apparsa in difficoltà ieri (solo 12°). Si trasforma in gara Rins che porta la sua Suter addirittura sesta, passando ben dieci moto. Resta settimo Masbou mentre, perde terreno Ajo , ottavo all’ arrivo( la sua miglior performance), uguagliando il risultato di Valencia dell’ anno scorso. Bella la rimonta di Vazquez che, volato a terra ieri è riuscito a classificarsi nono, lasciando indietro ben 15 piloti. Chiude il cerchio dei primi dieci Oliveira che, scende di due posizioni.

Disastrosa la gara dei piloti italiani con Fenati l’unico ad andare a punti. Non un momento felice per il marchigiano che, si è trovato a disagio in questo circuito , per lui nuovo, non trovando mai il giusto assetto e, riuscendo a limitare solo in parte i danni con il 12° posto (sorpassate 5 moto).  E’ crollato il suo compagno di squadra Tonucci, retrocesso di 7 posizioni, dopo il 15° posto delle qualifiche. Dietro di lui si piazza la Suter di Giorgi in leggero miglioramento visto che, partiva 27°.  Stesso discorso per Morciano che, alla fine ha scalato di una posizione, chiudendo 28°. Gli altri piloti che fanno parte dei top 15 sono Khairuddin, Kornfeil, Finsterbusch e, spunta a sorpresa Faubel che, partiva in seconda fila. Giornata negativa per Antonelli, scattato con il 3° crono e incappato in una scivolata durante il gran premio.Hanno fatto parte di questa gara anche le wild card di Schouten e Miralles con risultati opposti. Il primo, pluricampione olandese della 125 GP ha finito il gran premio con il 25° posto, scalando tre posizioni. Il secondo, ex vice campione europeo e spagnolo 125 GP, è finito 26° scendendo di quattro gradini.

Parte forte Kent che, sale al comando, seguito da Cortese che, infila in successione Ajo e Faubel. Il finlandese non riesce ad opporre resistenza ad Antonelli che , sale quarto. Viene escluso dalla classifica, per non aver scontato la penalità (ride through) nei tempi previsti, Miller. Dura pochissimi giri il primato di Kent che, si arrende all’ attacco di Cortese alla Ramshoek. Resiste Faubel alle offensive di Antonelli che, si fa rimontare dietro e cede due posizioni. Rompe gli indugi Vinales che, risponde subito alle manovre del suo rivale e si porta secondo  . E’ in calo Kent che, non riesce a difendersi da Faubel e un indemoniato Salom. Perde ulteriore contatto il pilota italiano del team Gresini (Antonelli). Colpo di scena davanti dove Vinales scende nono, spinto fuori traiettoria all’ ultima variante da Cortese. Fuori dai giochi Folger caduto rovinosamente.

Non si perde d’ animo il pilota iberico che, impiega poco tempo per riportarsi a riddosso dei primi. A seguire Cortese c’è Rossi che, cerca di difendersi da Vinales. Deludono Kent e Antonelli, rispettivamente settimo e ottavo, seguiti dalla sorpresa Rins. Non riesce ad avvicinarsi alle posizioni che, contano Fenati, solo 15° seguito da Tonucci. Gli bastano otto giri a Vinales per potarsi per la prima volta al comando. Risale in grande stile Kent che, insegue il pilota iberico, tenendo dietro Cortese, terzo.  Tiene il passo Salom mentre il tedesco  della Ktm fa suo il secondo posto, con un attacco deciso su Kent. Saluta la compagnia Antonelli che, scivola quando era undicesimo. Poco dopo è la volta di Webb, a terra con la Mahindra. Non riesce ad allungare Vinales che, viene sopravvanzato da Kent, strepitoso anche su Cortese. La risposta non si fa attendere perché Vinales ritorna primo grazie a una manovra pulita mentre, il tedesco della Ktm si tocca con il suo comapagno di squadra ma, riesce a scavalcarlo portandosi secondo. Resta in piedi per sua fortuna Kent che è inseguito da Salom e Rossi.

Le emozioni non sono ancora finite. A due giri dal termine Vinales commette un errore e, lascia via libera alle due Ktm. Inizia l’ultimo giro con Cortese che è il primo a passare Kent,poi, è la volta di Vinales che, trova un piccolo spiraglio e infila il britannico. L’ inglese si deve arrendere anche a Salom. I grandi protagonisti sono i due spagnoli che, passano Cortese e si giocano la vittoria. Il pilota della Kalex Ktm si inventa un incredibile manovra alla penultima curva, ma sbaglia l’ingresso dell’ ultima variante, lasciando campo libero al quarto trionfo stagionale di Vinales. Non è finita qui perchè Salom perde altre due posizioni a discapito di Cortese e Kent che, la spuntano di pochissimi millesimi. Con questo successo Vinales si porta a +7 da Cortese e a +42 da Salom.

Gran Premio Iveco TT – Circuit of Assen

Classe Moto3

1. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda)   38”45.432

2. Sandro Cortese     (Ger/Ktm)              + 0.831

3. Danny Kent           (Gbr/Ktm)             + 0.842

4. Luis Salom           (Spa/Kalex Ktm)    + 0.843

5. Louis Rossi          (Fra/FTR Honda)   + 1.352

6. Alex Rins             (Spa/Suter Honda)  + 5.033

7. Alexis Masbou      (Fra/Honda)          + 7.817

8. Niklas Ajo            (Fin/ Ktm)              + 7.855

9. Efren Vazquez       (Spa/Honda)          + 8.037

10. Miguel Oliveira   (Por/Suter Honda)  + 8.243

11. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Ktm)       + 8.378

12. Romano Fenati      (Ita/FTR Honda)   + 8.559

13. Jakub Kornfeil    (Cze/FTR Honda)  + 12.133

14. Toni Finsterbusch  (Ger/Honda)          + 12.358

15. Hector Faubel   (Spa/Kalex Ktm)       + 12.533

16. Arthur Sissis         (Aus/Ktm)             + 12.654

17. Alan Techer       (Fra/Tsr Honda)         + 12.836

18. Adrian Martin    (Spa/Honda)              + 12.876

19. Alberto Moncayo (Spa/Kalex Ktm)     + 12.944

20. Brad Binder  (RSA/Kalex Ktm)          + 21.342

21. Isaac Vinales     (Spa/FTR Honda)      + 21.507

22. Alessandro Tonucci  (Ita/FTR Honda)   + 21.581

23. Simone Grotzkyj Giorgi  (Ita/ Oral)    + 38.872

24. Jasper Iwema (Ned/FGR Honda)        + 39. 237

25. Bryan Schouten (Ned/ Honda)            + 39.272

26. Julian Miralles  (Spa/ Honda)             + 39.377

27. Kenta Fujii   (Jpn/Tsr Honda)              + 39.533

28. Luigi Morciano   (Ita/loda)                  + 41.008

29. Ivan  Moreno  (Spa/FTR Honda)         +  43.193

Non classificato:

 

Marcel Schrotter    (Ger/Mahindra)    

Giulian Pedone     (Svi/ Oral) 

Danny Webb        (Gbr/Mahindra)         

Niccolò Antonelli  (Ita/Honda)         

Jonas Folger         (Ger/ loda)

Jack Miller       (Aus/ Honda)

 

Classifica  piloti del Mondiale:

1. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda)   130 punti

2. Sandro Cortese  (Ger/Ktm)                  123  punti

3. Luis Salom (Spa/Kalex Ktm)               88 punti

4. Romano Fenati   (Ita/FTR Honda)       65 punti

5. Louis Rossi (Fra/FTR Honda)             56 punti

6. Alex Rins  (Spa/Suter Honda)             54 punti

7. Alexis Masbou  (Fra/Honda)               51 punti

8. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Ktm)        49 punti

9. Danny Kent (Gbr/Ktm)                       42 punti

10. Miguel Oliveira  (Por/Suter Honda)    39  punti

11. Niccolò Antonelli  (Ita/Honda)            38 punti

12. Alberto Moncayo (Spa/Kalex Ktm)    36 punti

13. Arthur Sissis  (Aus/Ktm)                    31 punti

14. Hector Faubel (Spa/Kalex Ktm)         29 punti

15. Efren Vazquez (Spa/Honda)                29 punti

16. Jakub Kornfeil (Cze/FTR Honda)       20 punti

17. Alan Techer   (Fra/Tsr Honda)            18 punti

18. Alex Marquez  (Spa/ Suter Honda)     15 punti

19. Niklas Ajo    (Fin/Ktm)                        14 punti

20. Ivan  Moreno  (Spa/FTR Honda)         10 punti

21. Jasper Iwema (Ned/FGR Honda)         9 punti

22. Giulian Pedone (Svi/ Oral)                   7 punti

23. Alessandro Tonucci  (Ita/FTR Honda)  7 punti

24. Brad Binder  (RSA/Kalex Ktm)            5 punti

25. Jonas Folger   (Ger/ loda)                      5 punti

26. Marcel Schrotter    (Ger/Mahindra)       4 punti

27. Kevin Hanus   (Ger/Honda)                   3 punti

28. Toni Finsterbusch  (Ger/Honda)            2 punti

29. Jack Miller       (Aus/ Honda)                1 punto

 

Classifica team del Mondiale:

 

1. Ftr Honda      146  punti 

2. Ktm               111 punti

3. Kalex Ktm    100 punti

4. Suter Honda  76 punti

5. Honda            54 punti

6. Tsr Honda      18 punti

7. Fgr Honda      9 punti

8. loda                5 punti

9. Mahindra       4 punti

10. Oral               1 punto

Armin Sefiu

1 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook