Moto 3 Estoril: Vince Cortese di un soffio su Vinales. Cade Fenati, sesto Antonelli

In Portogallo trionfa il tedesco della Ktm che, beffa di pochi millesimi lo spagnolo della FTR e, sale al comando della classifica. Polemiche a fine gara tra i primi due. Si ritira il pilota marchigiano, dopo un contatto con Rossi. L’ unico ad andare a punti è Antonelli.

Il terzo gran premio della stagione della moto3 riserva delle grandi sorprese sul gradino più alto del podio. Ad aggiudicarsi la gara dell’ Estoril, in Portogallo, è il tedesco Sandro Cortese che, ha battuto in volata lo spagnolo Maverick Vinales di soli 55 millesimi, riportando in alto la KTM a distanza di 4 anni dall’ ultima affermazione nella classe 250 GP e un lustro esatto ( Barcellona 2007) in 125 cc. Ma il duello non è stato dei più rosei per via delle manovre al limite di Cortese che, hanno alterato l’iberico, facendo volare parole dure. I due si sono dati battaglia anche nelle qualifiche e l’ha sempre spuntata il tedesco che, ha bissato la pole di una settimana fa in Spagna.

Dopo l’esposizione della bandiera a scacchi lo spagnolo non è riuscito a strappare la prima piazza, fermando il tempo sull’ 1’47.460, a soli 315 centesimi dal pilota della KTM Ajo Factory Team.

Sul gradino più basso sale il maiorchino Salom che, si sta confermando sui livelli alti, dopo il secondo posto di una settimana fa ad Jerez. All’ indomani del settimo tempo in qualifica, è riuscito a fare meglio, scavalcando 4 moto. Perde il primato Fenati che, è volato a terra quando era in lotta con i primi cinque. Nel week end si era risparmiato, ottenendo il sesto crono. L’ intento era quello di spingere  in gara, in modo da studiare bene il circuito. A far sorridere la bandiera italiana è stato Antonelli che, ha raggiunto la sesta piazza con la FTR Honda del team Gresini, beffato da Vazquez. Il pilota italiano ha migliorato la performance delle qualifiche, dove non era riuscito ad entrare neanche nei top 10. Per lo spagnolo della FTR Honda ,invece, un leggero passo in avanti rispetto al sabato. Sempre più sorprendente il  malese Khairuddin che, ha sfiorato il podio con la KTM ufficiale, confermando ciò che di buono era riuscito ad offrire sabato, quando ha strappato il quinto tempo. Non bene gli altri italiani con Tonucci 18°( è partito in gara dalla 21esima posizione), Manuel Tatasciore 22° (sostituiva l’infortunato Miller e ha scalato tre posti). Le Ioda di Pontone e Morciano, sono stati doppiati. Il primo prendeva il posto di Folger, fermato dalla mononucleosi e ha fatto un bel recupero scalando diverse  posizioni ma,poi, si è ritirato. Il secondo è risucito a passare 6 moto. Non ha partecipato alla gara Giorgi per via di un intossicazione alimentare.

E’ uscito di scena l’ idolo di casa Oliveira che partiva in prima fila con il terzo miglior tempo stabilito sabato, ma poi ha avuto dei problemi ed è stato costretto al ritiro. Ha deluso l’inglese Kent che, è sceso all’ ottavo posto,dopo la buona prestazione del giorno precedente, in cui si era piazzato in seconda fila, con un ritardo di otto secondi dal primo. Strepitosa la prova di Alex Rins con la sua Suter Honda che, è risucito a scalare 15 posizioni, raggiungendo il settimo posto finale. Solo un leggero miglioramento, invece, per Masbou,classificatosi nono. Stesso discorso per la FTR Honda di Kornfeil. Secondo ritiro di fila per il francese Louis Rossi che, è stato protagonista della caduta di Fenati, quando lo ha colpito mentre rientrava in pista. E’ riuscito a fare punti Moncayo che, era rimasto fermo in mezzo alla pista nel turno di qualifica. L’ ex campione di 125 Hector Faubel, uno dei veterani del motociclismo, è sceso al 12° posto, dopo avr strappato sabato il nono tempo.

Allo sprint iniziale Cortese conserva la pole davanti a Vinales. Non esaltante la partenza di Fenati che ha perso una posizione. Sale terzo Khairuddin che precede Oliveira e Vazquez, già avanti di tre posti. Al primo giro Cortese, si riprende il primato, dopo essersi allargato in traiettoria, qualche curva prima. Perde terreno il malese Khairuddin che, viene sfilato da 4 piloti tra cui Salom che, si è lasciato alle spalle Fenati (ottavo). Il portoghese Oliveira insegue il poleman dopo aver scavalcato Vinales. Tra gli italiani hanno peggiorato Antonelli che ha perso due posti e Tonucci, ben quattro. Dopo due giri la corsa perde un atteso protagonista, il portoghese Oliveira che, deve lasciare il circuito per un problema tecnico. Intanto il suo compagno di squadra Vinales decide di rompere gli indugi passando Cortese.

Gara entusiasmante con ben 12 piloti racchiusi in poco più di 3 secondi. Si mette in evidenza Antonelli che, si lascia alle spalle Sissis della KTM e inizia il duello con il connazionale Fenati che, gli deve cedere il posto. Determinatissimo il pilota della FTR Honda che infila Kent con un chirurgico sorpasso che, gli vale il sesto posto. Intanto Vinales ritorna primo e cerca di scappare ma, l’impresa è ardua viste le doti velocistiche dei piloti motorizzati KTM. Si rivede Fenati (ottavo) che, inizia a spingere forte e balza al quinto posto scavalcando il trio formato da Vazquez, Antonelli e Kent, con i primi due che vengono coinvolti in un duello avvincente, che spalanca le porte al marchigiano della FTR Honda del Team Italia FMI. Al giro di boa i primi due vanno in fuga e si lasciano alle spalle per il terzo posto Salom e Khairuddin che, sono marcati da vicino da Kent, il quale ha scavalcato Fenati. Perdono terreno Antonelli e Vazquez. Il pilota italiano Fenati commette un errore e scivola all’ undicesimo posto,poi, nel contatto con Rossi perde il controllo ed è costretto al ritiro, nonostante il tentativo di rialzare la moto. Usciranno fuori successivamente anche Rossi ed Iwema. Sale quinto il primo degli italiani, Antonelli. Senza Fenny, a contendersi la vittoria sono Cortese e Vinales che, si scambiano il comando in tre occasioni, sfidano diversi doppiati e sono molto vicini in rettilineo negli ultimi metrri. A spuntarla è il tedesco  che,però, taglia la traiettoria allo spagnolo e lo costringe all’ arresa. E’ il terzo pilota ,nelle prime tre gare ,ad aggiudicarsi la gara motociclistica della moto3. Per Cortese la vittoria gli vale anche il primato in classifica, con un distacco di soli 2 punti da Vinales.Mantiene il terzo posto Salom che, si lascia dietro la sorpresa Khairuddin. Antonelli non riesce a superare Vazquez e chiude sesto. Nel finale uno scatenato Rins, riesce a far suo il settimo posto, beffando di un niente Kent. Riesce ad entrare in zona punti il giovane pilota della Suter Honda Alex Marquez. Tutti gli altri italiani sono fuori dai top 15.

bwin Grande Premio de Portugal – Circuit of Estoril

6 maggio 2012

 

Classe Moto3

 

1. Sandro Cortese  (Ger/Ktm)  41”34.536

2. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda)  +00.055

3. Luis Salom (Spa/Kalex Ktm) + 11.038

4. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Ktm)   + 12.195

5. Efren Vazquez (Spa/Honda)    + 20.934

6. Niccolò Antonelli  (Ita/Honda)   + 20.976

7. Alex Rins  (Spa/Suter Honda)  + 21.792

8. Danny Kent (Gbr/Ktm)  + 21.888

9. Alexis Masbou  (Fra/Honda)   + 23.046

10. Jakub Kornfeil (Cze/FTR Honda) + 23.310

11. Brad Binder  (RSA/Kalex Ktm)   + 23.379

12. Hector Faubel (Spa/Kalex Ktm) + 23.763

13. Arthur Sissis  (Aus/Ktm)   + 24.308

14. Alberto Moncayo (Spa/Kalex Ktm) + 25.015

15. Alex Marquez  (Spa/ Suter Honda)  + 26.450

16. Joan Olive (Spa/Ktm)  + 32.641

17. Alan Techer   (Fra/Tsr Honda)   + 32.743

18. Alessandro Tonucci  (Ita/FTR Honda)  + 36.511

19. Marcel Schrotter    (Ger/Mahindra)  + 53.527

20. Ivan  Moreno  (Spa/FTR Honda)  + 1”04.014

21. Toni Finsterbusch   (Ger/ MZ-RE Honda)   + 1”04.064

22. Manuel Tatasciore (Ita/Honda)   + 1”04.071

23. Kenta Fujii   (Jpn/Tsr Honda)  + 1”30.900

24. Luigi Morciano   (Ita/Loda)  + 1 giro

25. Kevin Hanus   (Ger/Honda)  + 1 giro

Non classificato:

Armando Pontone (Ita/Loda)

Giulian Pedone (Svi/ Oral)  

Jasper Iwema (Ned/FGR Honda)

Louis Rossi (Fra/FTR Honda)

Romano Fenati   (Ita/FTR Honda) 

Isaac Vinales     (Spa/FTR Honda)

Danny Webb  (Gbr/Mahindra)

Adrian Martin  (Spa/Honda)  
Miguel Oliveira  (Por/Suter Honda)


Classifica  piloti del Mondiale:

 

1. Sandro Cortese  (Ger/Ktm)                 57  punti

2. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda)   55 punti

3. Luis Salom (Spa/Kalex Ktm)              33 punti

4. Romano Fenati   (Ita/FTR Honda)      45 punti

5. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Ktm)         29 punti

6. Alex Rins  (Spa/Suter Honda)              28 punti

7. Alexis Masbou  (Fra/Honda)                18 punti

8. Niccolò Antonelli  (Ita/Honda)             18 punti

9. Danny Kent (Gbr/Ktm)                         16 punti

10. Hector Faubel (Spa/Kalex Ktm)         15 punti

11. Alberto Moncayo (Spa/Kalex Ktm)     13 punti

12. Arthur Sissis  (Aus/Ktm)                      12 punti

13. Efren Vazquez (Spa/Honda)                  11 punti

14. Miguel Oliveira  (Por/Suter Honda)     11  punti
15. Louis Rossi (Fra/FTR Honda)               7 punti

16. Jakub Kornfeil (Cze/FTR Honda)          7 punti

17. Alan Techer   (Fra/Tsr Honda)                7 punti

18. Alessandro Tonucci  (Ita/FTR Honda)    5 punti

19. Brad Binder  (RSA/Kalex Ktm)              5 punti

20. Alex Marquez  (Spa/ Suter Honda)         5 punti

21. Niklas Ajo (Fin/Ktm)                               3 punti

22. Ivan  Moreno  (Spa/FTR Honda)             3 punti

23. Giulian Pedone (Svi/ Oral)                       1 punto

Classifica team del Mondiale:

1. Ftr Honda      70  punti 

2. Ktm               57 punti

3. Kalex Ktm    49 punti

4. Suter Honda  33 punti

5. Honda            22 punti

6. Tsr Honda       7 punti

7. Oral                 1 punto

 

Armin Sefiu

9 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook