Il principe del pollo fritto

Il principe del pollo fritto

Epopea web di Elia Quashie, che recensisce i negozi di pollo fritto a Londra con il suo canale “The Chicken Connoisseur” ottenendo milioni di visite e l’attenzione della stampa britannica.

Fino a poche settimane fa Elia Quashie era un giovane studente di Tottenham, quartiere a nord di Londra, con la passione per il pollo fritto. Nel tempo libero registrava recensioni irriverenti dei locali in cui andava a mangiare il suo piatto preferito.

Così il suo canale è passato da poche centinaia a milioni di iscrizioni in pochi giorni. E le sue recensioni sul pollo fritto hanno conquistato la Gran Bretagna.

Quashie, il giovane che ha fritto il web

Chicken Connoisseur è il nome del canale YouTube in cui Elia assaggia e prova il pollo nelle diverse varianti offerte dai negozi londinesi. Aperto nel 2015, il canale aveva circa 150 iscritti e ora conta su oltre un milione di fan. Quashie ha realizzato cosa stesse accadendo quando il cellulare cominciò a vibrare in continuazione.

«La mia testa gira ancora – ha dichiarato Quashie al Guardian – E’ stato frenetico, ma è ciò che volevo anche se non necessariamente in questa scala». Il seguito ottenuto dal giovane ha destato l’attenzione dei media d’oltremanica, che hanno raccontato la sua scalata due-punto-zero.

Eppure, sull’identità dello studente ci sono ancora dubbi. In un tweet lanciato tempo fa scrisse di avere 23 anni, cosa che «non vedo il motivo di confermare» dichiara Quashie davanti al suo amico e manager Marwan Elgamal.

Nei suoi video Quashie appare sempre in giacca e cravatta, al limite tra lo stile scolaresco tipico dei college anglosassoni e “l’abito della domenica”. «Pensavo fosse divertente ed elegante: parliamo sempre di ristoranti». Attualmente il critico-youtuber sta pubblicizzando la settima puntata, che trovate qui sotto.

Un critico esigente per un piatto popolare

La motivazione che ha spinto Quashie a realizzare recensioni sul pollo fritto è nata guardando MasterChef Uk. L’anno scorso il giovane ha ascoltato ogni commento di Gregg Wallace, giudice del programma.

«Mi sono chiesto: cosa rende il giudizio di Wallace migliore di quello di chiunque altro? – ha detto Quashie al Guardian – Forse la sua esperienza col cibo, il fatto che abbia un palato esperto? Non lo so, ma ho pensato che nessuno stesse facendo qualcosa di simile per le persone che mangiano nei negozi di pollo».

I locali che vendono pollo non rappresentano solo una passione per Quashie e i suoi amici, ma un vero e proprio luogo di aggregazione – seppure dall’alto tasso calorico. «Quando registro una puntata con i miei amici, andiamo in un negozio di pollo e mangiamo insieme: mi chiedo come sarebbe la città senza negozi del genere».

Quashie è un attento osservatore del mercato del pollo fritto e da consigli ai suoi seguaci anche su come gestire il portafogli. Il giovane, per esempio, è impressionato di quanto costi il pollo nelle catene di fasciat alta, come Soho House. «Bei posti, in cui l’estetica e il design influenzano l’umore, ma con 10 pound vado dal mio negozio di fiducia e ci mangio in cinque persone», spiega.

Adesso il giovane Quashie sta continuando la sua serie su diversi canali social e non gli fa paura né la dieta né il futuro. Per mantenersi in forma tra una recensione e l’altra mangia riso e molte verdure, mentre per sfruttare la sua crescente fama vuole avviare un progetto. Ma «stiamo parlando di proprietà intellettuale, roba costosa, quindi per ora mi tengo il segreto», conclude.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook