VI PREGO, NON SIATE GENITORI EGOISTI

VI PREGO, NON SIATE GENITORI EGOISTI

Cari genitori,

vi sento come se foste qui. Non so se siete una mamma e un papà, due papà o due mamme, ma non m’importa. Sento il vostro amore, il battito del vostro cuore, il bene che avete per me che supera tutto l’universo e mi invade tutto. Sono felice già così e non mi serve nient’altro che questo per amarvi. Avete deciso che mi volete con voi, che sarò vostro figlio o vostra figlia e che sarà tutto bellissimo, che mi comprerete tutto ciò che vorrò, che la mia vita sarà solo piena di cose belle e soprattutto che non mi lascerete mai solo. Non vedo l’ora di incontrarvi.

Però …

Però devo dirvi delle cose prima che tutto avvenga, perché io ho sentito anche i vostri pianti. Io so che non potete avermi, che forse ci avete provato e uno di voi non può farmi nascere, o forse non potete proprio perché è impossibile per voi, ma siete disposti a tutto pur di farmi nascere. Devo confessarvi che questo mi ha fatto male e piacere allo stesso tempo. Mi volete così tanto da affrontare divieti, viaggi, spese continue, fallimenti e vittorie. Aspetterete nove mesi prima di avermi con voi, per poi portarmi via da colei che come una cicogna avrà solo il compito di trasportami da qui a lì.

Forse per voi è un viaggio facile anche se molto turbolento, ma per me è terribile. Qui siamo tanti bambini e ogni volta veniamo portati via per nascere sulla terra. Mi ricordo tanti dei miei amichetti che negli anni sono nati e ora stanno giocando felici tra di loro in quei campi rettangolari in cui le persone tirano calci al pallone o si stanno rincorrendo nei parchi.

Ma ce ne sono altri che sono andati all’inferno terrestre.

La mia amichetta Alicia ha perso i genitori in un incidente stradale, Karim è nato in Siria e ha visto la sua famiglia morire sotto le bombe, Patrick è stato abbandonato in un cassonetto. Loro stanno soffrendo, sono stati portati via a buttati in casermoni freddi, vorrebbero solo un po’ di amore. Io non posso stare qui a guardare, non posso non dirvi che tutti noi bambini non ancora nati piangiamo al pensiero che la vita è e sarà un tormento se qualcuno non insegnerà loro ad essere felici. Hanno perso il sorriso, la voglia di vivere, la gioia che ci spetta, che è un diritto sopra ogni cosa, che anche le stelle dell’universo lo sanno che noi piccoli, noi bambini dobbiamo essere felici.

Credete davvero allora che nascere per me sarà la cosa migliore? In un posto così? E’ vero che una volta venuto al mondo dimenticherò la loro sofferenza, ma dimenticare non significa cancellare che ci sia, significa solo mettere la testa dentro un sacchetto e far finta che sia quella visione oscura il vero mondo. Non voglio che accada, non voglio che l’amore che avete per me sia una violenza. Non costringetemi con la forza a dimenticare. I miei amici che soffrono sono già laggiù. Io gli sono vicino, cerco di sostenerli ogni giorno, ma non ce la faccio da solo. Se mi amate veramente, vi prego, non abbandonateli, lottate per averli con voi, aiutatemi a far avere a bambini già nati una famiglia. Andate a trovarli, cercate di prenderli, farli vostri figli, anche uno solo di loro, come se fossi io. Amate chi è già nato e ha la sfortuna di essere solo, e dalla vostra sorte di non poter avere figli create un nuovo nucleo di amore. Non vi preoccupate per me, non mi state abbandonando, mi state solo aiutando, amando, io sono dentro ognuno di loro. Non voglio nascere in un mondo che lascia i bambini a soffrire, che non si cura della loro gioia ma è egoista e pensa alla propria, non posso nascere nel ventre di una persona che poi non rivedrò più solo perché volete un DNA che non ha senso. Il vostro vero DNA è nel bimbo che crescerete. Noi siamo una sola persona, noi bambini abbiamo solo bisogno di essere amati. Lottate per chi è già sulla terra, solo così potrete avere il mio amore incondizionato. Non abbiate l’egoismo di una paternità o una maternità forzata, l’amore è l’unico atto di vera famiglia. Ci sono tanti bambini che aspettano il vostro amore. Vi prego, non fatemi nascere per puro egoismo. Vi prego, adottate.

Vi voglio bene

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook