Anziana salvata dall’abbandono dai vigili di quartiere di Milano

La custode del palazzo in via Vincenzo Monti 81, da diversi mesi non vedeva uscire l’anziana inquilina del primo piano, constatando anche che dal suo appartamento provenivano odori insopportabili.
La donna non aveva mai dato ascolto a tutti i tentativi per farsi aprire, esperiti da parte della stessa custode e dall’amministratore dello stabile, perchè non aveva mai voluto aprire. Per questo, nei giorni scorsi, sono stati chiamati i Vigili di Quartiere che sono intervenuti insieme ai Vigili del Fuoco e al 118.
Quella di  G.I., 87 anni, è una storia di solitudine, l’ultima in ordine di tempo, che si è conclusa positivamente. Con questa sono 59 le persone sole e anziane che sono state soccorse dai Vigili di Quartiere da novembre a oggi: uomini e donne senza una rete familiare che vivevano in una situazione di degrado e abbandono.

La donna, in questo caso non era malata ma rifiutava con le minacce e gli insulti ogni tipo di assistenza. Il 118, così come era già accaduto in passato a seguito di altre segnalazioni fatte anche a Forze dell’Ordine, Asl, medico di base, servizi sociali, non poteva fare altro che andare via.
Questa volta è finita bene e, dopo che i primi agenti sono entrati in casa dalla finestra, trovando la signora a letto circondata della propria sporcizia, wc otturato e traboccante, tutti gli impianti guasti e l’appartamento in pessime condizioni, non restava altro da fare per i Vigili di Quartiere che farsi carico del destino della signora e trovare una soluzione, prima che la situazione di abbandono e degrado peggiorasse ulteriormente.
Così, raccolte tutte le informazioni sulla sua situazione familiare, d’accordo con il medico curante, i servizi sociali del Comune e il Centro Multiservizi Anziani, la donna è stata ricoverata in ospedale.
Nel frattempo, l’appartamento è stato disinfestato, sono stati effettuati gli interventi di manutenzione agli impianti e ripuliti i locali. Al suo rientro la donna troverà i Servizi sociali del Comune pronti a prendersi cura di lei e i Vigili di Quartiere continueranno a seguire il suo caso anche in futuro.
L’assessore alla Sicurezza e Coesione sociale, Polizia locale e Volontariato, Marco Granelli, nella circostanza ha dichiarato: “I Vigili di Quartiere, grazie alla loro presenza continua e costante, costituiscono un importante punto di riferimento nelle strade di Milano, anche contro la solitudine e il degrado. Grazie al loro intervento, anche su segnalazione dei cittadini, è possibile salvare molte persone”.

Sebastiano Di Mauro
2 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook