Nasce “Speed MI Up”, il nuovo incubatore per giovani imprenditori

È stato presentato all’università “Luigi Bocconi” di Milano “Speed MI Up – Officina di imprese e professioni“, il nuovo incubatore di start up per giovani imprenditori under 35 e professionisti, promosso dalla Camera di commercio di Milano, dal Comune di Milano e dalla stessa università commerciale milanese.
L’iniziativa, che rientra nell’Accordo per il sostegno a Occupazione e Imprenditorialità sottoscritto da Camera di Commercio di Milano e Comune di Milano, ha l’obiettivo di favorire l’occupazione e la crescita economica del capoluogo lombardo e di incentivare gli imprenditoriali, anche quelli internazionali.

Come illustrato da Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca, “Speed Mi Up rappresenta un tassello concreto di un progetto complessivo che punta alla creazione di nuove imprese e al sostegno dell’occupazione giovanile: obiettivi a cui stiamo lavorando anche mediante altri progetti come il microcredito, l’assegnazione di spazi pubblici in periferia a nuove attività che intendono integrarsi nel territorio, l’incentivazione degli spazi di coworking, il rientro dei talenti italiani dall’estero per creare nuove imprese a Milano.

I punti qualificanti di questo percorso sono l’investimento sui giovani e sulle idee innovative, il riuso e la riqualificazione di spazi in disuso per fare attività economica, la collaborazione con altri soggetti del territorio, in primis Camera di Commercio e le università milanesi. La nostra strategia è nello spirito dell’appello lanciato dai tre rettori di Bocconi, Politecnico e Statale nei giorni scorsi: unire le forze del territorio per far sì che l’area urbana milanese faccia da volano alla ripresa economica e culturale del paese”.

I servizi di cui potranno usufruire le nuove imprese e i giovani professionisti sono, tra gli altri, formazione mirata, tutoring e accompagnamento allo sviluppo del business.
Stando a quanto previsto dal primo bando (ogni anno saranno emessi 2 bandi), attraverso il quale verranno selezionati 5 imprese e 10 professionisti, gli interessati potranno presentare domanda fino al 29 gennaio visitando il sito www.speedmiup.it.

L’Università Bocconi metterà a disposizione dei locali per poter rendere possibile l’accompagnamento delle imprese e dei professionisti, previsto per un massimo di 2 anni, di cui i primi 3 mesi dedicati a formazione e tutoring. La sede di rappresentanza sarà invece Palazzo Giureconsulti presso la Camera di Commercio.
“Con Speed MI Up – ha spiegato Andrea Sironi, rettore dell’università Bocconi – la nostra università mira a calare la propria conoscenza nella realtà, diffonderla presso un pubblico ampio, costituito in questo caso dall’intera comunità milanese, e contribuire allo sviluppo della città”.

Un progetto, dunque, che rappresenta una dimostrazione tangibile degli importanti risultati che si possono raggiungere attraverso la proficua collaborazione delle istituzioni, fondamentale per poter apportare in modo costruttivo quei benefici di cui la comunità locale, e non solo, ha estremo bisogno.

Giuseppe Ferrara
30 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook