Raimon Panikkar: riflessione e approfondimento della nostra realtà quotidiana

Quattro incontri a ingresso libero sul suo pensiero, per trasformare la nostra quotidianità in arte di vivere

La Fondazione Arbor, che da anni cerca nel dialogo un’esperienza di “mutua fecondazione”, la Corsia dei Servi, sito culturale cattolico, la Comunità di Ricerca “Culture, religioni, diritti, nonviolenza”, invitano a quattro incontri con Raimon Panikkar che si
terranno nella Basilica di San Carlo al Corso, in Corso Matteotti 14, nella Sala Verde. L’organizzazione è di Patrizia Gioia, di SpazioStudio13, “spazio che lascia spazio” ad ogni forma creativa che dal dentro chiede di venire alla luce; essa prevede quattro incontri: il 16 ,23, 30 gennaio e 6 febbraio, dalle ore 19 alle 21.
L’ingresso è libero e gratuito ma si consiglia, a chi volesse partecipare, la continuità nella presenza; essa è infatti l’ essenza stessa degli incontri, finalizzati alla scoperta, si del pensiero di Panikkar ma anche, semplicemente, dell’altro. Per questo l’approccio non sarà specialistico ma dialogale ed esperienziale. È l’esperienza dialogante infatti, che porta Panikkar, filosofo, teologo, sacerdote cattolico, scrittore, di cultura indiana e catalana, a trovare un punto di incontro tra Oriente e Occidente. L’essere umano è un essere in relazione, e il pluralismo autentico si manifesta, in primo luogo, come scoperta dell’altro.

Ogni serata sarà trasmesso un filmato su temi che ci coinvolgono quotidianamente: la pace, il perdono, il dialogo con ogni alterità, la dimensione inter e intra culturale della nostra vita e della nostra stessa dimensione umana, in relazione con il cosmo e con il divino; al filmato seguirà un dialogo, quello amato dallo stesso Panikkar, un modo di stare insieme, un approfondimento amicale, dove contemplazione e azione sono movimento armonico e creativo nella realtà, dove la mistica è partecipazione anche “politica”, perchè comprendere è partecipare al ritmo dell’Essere.
Partendo dall’altro, accogliendolo e collocandolo in una realtà che è infinita e non chiusa, limitata dalla nostra conoscenza, si arriva all’ ”anima mundi”, ad una “cosmovisione” che ci invita ad un ripensamento non solo economico, ma anche filosofico, metafisico, antropologico e spirituale della nostra vita.
Questi 4 incontri ad ingresso libero, organizzati da Fondazione Arbor, SpazioStudio13, CdR di Bergamo e Corsia dei Servi, si propongono infatti la riflessione e l’ approfondimento della nostra realtà quotidiana.

Raffaella Roversi
13 gennaio 2013

 

Spaziostudio13 Milano
[email protected]
0039.02.315036/3487498744

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook