700 borse firmate “HERMES” sequestrate dalla polizia locale

Sono stati gli agenti del nucleo anticontraffazione della Polizia annonaria di Milano, diretto dal comandante Tullio Mastrangelo, a trovare ieri mattina diverse borse contraffatte in negozi di Via Pio IV prima e poco dopo in negozi di Via Lazzaro Palazzi, Via Durini e Via Belfiore.
Da lì, sono partite prontamente le indagini grazie alle quali la Polizia locale ha potuto giungere ad una serie di fatture che hanno portato a due grossisti di Via Giusti. E sempre in quella sede gli agenti hanno recuperato altre borse sempre contraffatte.
Sequestrate cosi dalla Polizia locale 700 borse dal valore di 55mila euro, ma non solo perché sono state denunciate cinque persone, nello specifico, tre cittadini italiani e due di provenienza cinese, motivazione: vendita di materiale contraffatto protetto da marchio.
Numerose, per la precisione 1200, sono state dal 1 gennaio al 30 novembre 2012, le operazioni effettuate dalla Polizia locale, 10 i magazzini individuati, 120 le persone denunciate e 600 mila gli oggetti contraffatti sequestrati, si aggiungono le borse trovate oggi anche in negozi del centro.

“Continua l’attenzione di questa amministrazione verso la tutela dei marchi e soprattutto del consumatore.” ha sottolineato Marco Granelli, assessore alla Sicurezza e Coesione sociale e Polizia locale. Non più quindi solo contraffazioni nei mercatini di periferia o tra gli ambulanti abusivi perché “I risultati emersi da questa operazione, – ha rilevato l’assessore al Commercio, Attività produttive Franco D’Alfonso – dimostrano come la contraffazione, sia sempre di più un fenomeno pervasivo della nostra economia che ora coinvolge direttamente anche negozi e attività commerciali del centro e l’amministrazione vuole tutelare la produzione di qualità.”

Manuelita Lupo
9 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook