Operazione Vanilla Notes: Come trasformare il credito in liquidità per le imprese

Operazione Vanilla Notes: Come trasformare il credito in liquidità per le imprese
(Fonte: g2r)

L’ operazione Vanilla Notes, pensata da Assoholding in collaborazione con Cerved e Studio De Vito & Associati, nasce per rispondere all’esigenza maggiormente sentita nell’attuale contesto imprenditoriale: l’iniezione di liquidità.

Attraverso l’unione dell’art. 55 del Decreto “Cura Italia” e dell’istituto della cartolarizzazione, infatti, si offre la possibilità alle imprese di trasformare i crediti “scaduti” da oltre 90 giorni in liquidità immediata. Dunque, una semplice aspettativa – rappresentata dal credito vantato – è convertita in una immediata disponibilità di cassa per le imprese.

I vantaggi dell’operazione riguardano ovviamente anche gli investitori: essi avranno la possibilità di investire i loro capitali in crediti con un basso rischio finanziario e dai quali sia lecito presumere dei flussi di cassa particolarmente significativi e, dunque, rassicuranti (a differenza dei classici Npl).

Come emerso recentemente dall’ultimo webinar tenuto da Assoholding, il team di professionisti di Vanilla Notes ha predisposto un tool di calcolo – disponibile su richiesta al sito – al fine di consentire alle imprese (e ai loro consulenti) di poter osservare in tempo reale i benefici ottenibili dall’operazione. In questo modo, chiunque sia interessato avrà la possibilità di inserire i propri dati e conseguentemente analizzare autonomamente la convenienza o meno ad intraprendere l’operazione.

Nello specifico, le informazioni da inserire all’interno del tool sono le seguenti: 1) valore nominale dei crediti oggetti di cessione; 2) incassi presunti nel 2020 e nel 2021 di tali crediti; 3) valore delle perdite fiscali conseguite nei periodi d’imposta 2019 e precedenti e non ancora computate in diminuzione del reddito imponibile. Una volta inseriti tali dati, il software genererà il risultato dell’operazione Vanilla Notes sia in forma aggregata che analitica, ovverosia attraverso un’analisi approfondita dei singoli vantaggi dell’operazione: credito d’imposta, effetto IRES dell’eventuale perdita su crediti, incasso del prezzo di vendita dei crediti oggetto di cessione, investimento della società cedente nell’operazione di cartolarizzazione e successivo rimborso del capitale investito, incasso del residuo attivo.

Al riguardo è opportuno specificare come il software produca un risultato standardizzato sulla base di impostazioni settate dai programmatori, comunque ben specificate all’interno dello stesso tool. Per un risultato “su misura” sarà quindi necessario rivolgersi ai professionisti di Vanilla Notes.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook