Matera: arrestato il capo dei vigili urbani Franco Pepe

Il comandante è accusato di concussione e abuso di ufficio, l’indagine è partita a seguito dell’acquisto di un appartamento del valore approssimativo di 600.000 euro in un palazzo d’epoca in via Lucana. Nella giornata di Martedi 18 Gennaio 2012 il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza ha notificato l’ordinanza al giudice per le indagini preliminari Rosa Bia. Insieme al capo dei vigili Franco Pepe si trovano agli arresti domiciliari altri 2 vigili urbani, Cesare Rizzi e Vincenzo Scandiffio e un dipendente comunale, Nicola Colucci.

Ad innescare le indagini la denuncia di due imprenditori, titolari dell’impresa con la quale Pepe e sua moglie avrebbero contrattato l’acquisto dell’appartamento. Dopo un primo pagamento di alcune rate, il capo dei vigili si sarebbe tirato indietro disponendo una vera e propria campagna di controlli a tappeto a danno dell’impresa. Infrazioni e contestazioni anche minime e multe nei cantieri dell’impresa. Secondo la difesa invece il comandante avrebbe smesso di onorare i pagamenti dopo essersi accordo che l’appartamento mancava della concessione edilizia. Le indagini sono affidate ai pubblici ministeri Annunziata Cazzetta e Savina Toscani.

Emidio Carlomagno

19 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook