Salvatore Cuomo
Salvatore Cuomo
attore, scrittore

Biografia

Sono un attore nel corpo e nell'anima, un creativo, perennemente desideroso di affascinarsi. Sono nato a Ischia e da oltre 10 anni vivo stabilmente a Roma. Mi sono diplomato in arte drammatica nel 2010 presso la Link Academy e ho conseguito un BA in performing arts, oltre ad aver ottenuto un certificato di recitazione in lingua inglese presso la LAMDA di Londra. Il cinema rispecchia la mia massima aspirazione attoriale e il teatro la mia casa. La scrittura è la sorella minore di queste due grandi pulsioni e ambizioni; la cullo con la poesia, la nutro con la narrativa e in questo caso con la critica. Amo ricercare ciò che crea bellezza e arte e desidero condividere con chi avrà occhi per le mie lettere il frutto di questa costante ricerca.

Articoli

‘Si nota all’imbrunire’, la cinica filosofia della solitudine.

Fluttuante in un cielo di parole. Potrebbe essere  felicemente delineata con questa espressione la pièce dell’autrice e regista Lucia Calamaro. La Solitudine Sociale è sviscerata e impressa in questa commedia squisita, altresì ammorbidita da un esemplare lavoro di messa in scena. Silvio è un uomo che si è autoinflitto una profonda solitudine, a dieci anni dalla morta della moglie e…
Commenti

‘Fronte del porto’, la sconvolgente fusione tra teatro e cinema

Dal 3 al 15 dicembre al Teatro Argentina di Roma. Fra le alte note del teatro di Roma giunge a sconvolgere le platee uno spettacolo di enorme spessore sociale, irrobustito da un cast di rarissima sensibilità artistica e da una regia coraggiosa e graffiante. Alessandro Gassmann conferma il suo sconfinato talento nei panni di regista teatrale, osando con coraggio e…
Commenti

‘Il lago dei cigni’ il vessillo del balletto classico.

Nei giorni 2 e 3 novembre, al teatro Olimpico di Roma, la magia del balletto classico è tornata a far sognare gli spettatori amanti di un genere che ha cavalcato le onde del tempo. Una grande nave, quella del Balletto del Sud, capitanata fieramente dall’esperienza e dalla raffinatezza artistica di Fredy Franzutti, il quale ha riportato in auge la massima…
Commenti

‘L’anima buona di Sezuan’, il naufragio dell’amore.

Il Teatro Quirino, in una Roma vaporosa e autunnale, accoglie l’omaggio ad uno dei più insigni maestri del linguaggio teatrale del nostro tempo, Giorgio Strehler, con L’anima buona di Sezuan, capolavoro ormai senza tempo di Bertolt Brecht. Alla regia Monica Guerritore, la quale si distingue con elegante qualità in un tipo di teatro estremamente complesso e arduo da rappresentare, il…
Commenti

‘Il silenzio grande’, la pièce che travalica il concetto di tempo

“Sono un libridinoso” Luciano De Crescenzo   Una luce d’argento brilla timida nelle tenebre del palcoscenico che precedono la comparsa degli attori. Su di un telo, che separa la magia della scena da un pubblico assorto in un curioso e rispettoso silenzio, vengono proiettati ricordi di fanciulli e lampi di memoria. È questa la felice premessa con cui al Teatro…
Commenti
Pagina 1 di 912345...Ultima »