Manuela Travaglini
Manuela Travaglini

Biografia

Avvocato abilitato ad esercitare in Italia ed in Inghilterra e Galles, è consulente a Londra di Belluzzo International Partners e di Phillips Lewis Smith Ltd, per i quali si occupa di Private Clients e di relazioni esterne ed istituzionali, oltre a fornire consulenza in tema di Brexit e diritti dei cittadini italiani e comunitari in Regno Unito. Dopo la laurea ha frequentato un Master in diritto tributario e maturato una profonda esperienza nel settore contenzioso, assistendo la clientela internazionale davanti agli organi della giustizia tributaria e, in fase precontenziosa, presso le autorità fiscali. Ha sempre affiancato la carriera legale a quella giornalistica e collabora con testate nazionali ed internazionali su tematiche legali (ha tra l’altro un blog settimanale, “Legally Blog” su La Repubblica) ma anche lifestyle. Trasferitasi a Londra ha conseguito certificazioni in storytelling, marketing e business communication (tra gli altri: Guardian Masterclasses, Robert McKee at London Regent's University, Harvard University), e, più di recente, in Career Coaching (British School of Coaching). Accanto all’attività professionale, Manuela è abituale relatore in seminari e ospite di programmi informativi su radio, TV e web.

Articoli

Destinazione Londra: presto obbligatorio il passaporto

La lotta alle carte d’identità nazionali è una storia vecchia, con Londra che non le ha mai viste di buon occhio perché giudicate poco sicure e di facile contraffazione – e di fatto una gran perdita di tempo agli arrivi alla frontiera, e l’Unione Europea che ne ha sempre difeso, e di fatto consentito l’uso, anche per oltrepassare il confine…
Commenti

Obbligo di registrazione e costo elevati per assumere lavoratori europei a Londra

A meno di tre mesi dal termine del periodo di transizione, con la deadline Brexit del 31 dicembre 2020 che coincide con la fine del free movement dei cittadini dell’Unione in territorio britannico, i datori di lavoro che operano anche in Regno Unito e che qui vogliono assumere lavoratori provenienti da Paesi terzi devono considerare come adeguare il proprio business…
Commenti

Lavorare a Londra: cosa cambia dal 1 gennaio 2021

Dal 1 gennaio 2021 diventerà molto più difficile trasferirsi per lavorare a Londra: con la fine del periodo transitorio, infatti, Brexit diventa realtà e terminerà anche il free movement tra il Regno Unito ed i Paesi dell’Unione europea: se almeno il turismo sembrerebbe salvo, così non sarà per chi voglia lavorare in Regno Unito. Dal primo gennaio 2021, infatti, il…
Commenti

Iscrizione AIRE: ci protegge dalla Brexit?

In limbo tra Covid e Brexit, molti italiani sperano di consolidare la propria posizione in Regno Unito iscrivendosi all’AIRE. Prima di approfondire è forse opportuno chiarire un punto importante: iscriversi all’AIRE significa regolarizzare la propria posizione nei confronti del governo italiano, ma non ha alcun impatto su come il Regno Unito valuterà la nostra presenza in territorio britannico. Se volessimo…
Commenti

Università a Londra: dal prossimo anno rette triplicate

L’annuncio tanto temuto è poi arrivato, e ormai è ufficiale: a partire dall’anno accademico 2021 gli studenti europei che scelgono di studiare nelle università inglesi saranno chiamati a pagare le stesse rette dei loro colleghi provenienti da Paesi terzi (non appartenenti all’Unione Europea). È questo un altro degli effetti della Brexit e del venir meno del free movement all’interno dell’Unione.…
Commenti