Da aprile in calo le tariffe di gas e luce: risparmio di 60 euro all’anno

Finalmente una buona notizia per gli italiani sul fronte delle tariffe luce e gas, a darne l”annuncio l’Autorità per l’energia, che ha dato notizia dal prossimo aprile. In particolare le tariffe elettriche diminuiranno dell’1 % (che si aggiunge al -1,4 % di gennaio) e quelle del gas del 4,2 % con un risparmio di 5 euro per l’elettricità e circa 55 euro per il gas, per un totale di circa 60 euro all’anno,.
Secondo quanto comunicato anche il prezzo del gpl diminuirà registrando un calo dello 0,5 % dopo il -1,6 % di marzo e il -3,8 %di febbraio.
Il presidente dell’Autorità per l’Energia, Guido Bortoni spiega che  la riduzione  è stata decisa grazie all’attuazione della prima fase della riforma del gas, che  riporta il prezzo della materia prima a valori inferiori a quelli di un anno fa (35 cents di euro a metro cubo di oggi contro i circa 36 cents euro del primo aprile 2012).

Infatti in questo periodo se si eccettua il  piccolo ribasso dello 0,1% registrato in un certo trimestre, dall’inizio del 2010 si sono registrati continui rialzi trimestrali della bolletta del gas.
La riduzione della luce dell’1%  invece segue quella del primo trimestre del 2013 (-1,4%) ed è determinata principalmente dal calo (-3,7% rispetto al trimestre precedente) della componente riferita alla produzione e alla commercializzazione dell’elettricità. La diminuzione però è stata in parte controbilanciata dall’aumento degli oneri generali (+5,9%) che hanno determinato un incremento complessivo della spesa dell’1,2%.
Sempre il presidente Bortoni, in merito alla decisa riduzione della bolletta del gas ad aprile, che è solo il primo passo del percorso previsto dalle successive fasi della riforma del gas, afferma: “si arriverà entro fine anno ad un calo di almeno il 7% della bolletta gas, con un risparmio complessivo di circa 90 euro a famiglia” Ha inoltre sottolineato come “questo calo sia il primo effetto concreto di questa riforma complessiva per trasferire ai consumatori i benefici derivanti dallo sviluppo di un mercato all’ingrosso del gas più concorrenziale in Italia, iniziato con l’avvio del mercato di bilanciamento di merito economico”.

 

Sebastiano Di Mauro
29 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook