L’economia riparte da Expo: aumenteranno produzione e occupazione

Un evento, che produrrà la bellezza di quasi 25 miliardi di produzione in più e circa 200mila posti di lavoro, sono queste, le cifre importanti legate all’Esposizione Universale e che coinvolgeranno oltre Milano, anche tutto lo stivale tra il 2012 e il 2020.
Cifre rilevanti, nelle quali sono compresi investimenti della società di gestione e dei Paesi partecipanti.
Saranno, tuttavia, i flussi turistici quelli che daranno maggiore contributo alla manifestazione con 9,4 miliardi di produzione aggiuntiva, 4 miliardi di valore aggiunto e quasi 80 mila posti di lavoro cui si sommeranno 10 mila unità di lavoro che giungeranno a cascata a lungo termine per il settore del turismo.
Risultati positivi si avranno anche sul sistema dell’imprenditoria grazie alle start-up che nasceranno. Si stimano, in proposito, 1,7 miliardi di produzione aggiuntiva e 12,4 mila occupati oltre l’aumento degli investimenti diretti esteri (con +16,5 mila occupati e 1 miliardo di valore aggiunto).

Anche il settore immobiliare ne trarrà giovamento, merito degli investimenti legati all’area Expo e alla conseguente rivalutazione del valore degli immobili nel milanese.
Questi dati sono il risultato di un’indagine promossa dalla Camera di Commercio di Milano e dalla Società di gestione di Expo 2015 affidata ad un team di analisti economici coordinati da Alberto Dell’Acqua professore SDA Bocconi sull’impatto economico di Expo 2015, presentata questa mattina a Palazzo Turati.
“Sarà un vero e proprio volano Expo” così la definisce Carlo Sangalli, Presidente della Camera di Commercio di Milano.
“Darà una svolta importante alla nostra economia. Per questo è un progetto nel quale bisogna credere nonostante la grande crisi che non dà tregua. Come Camera di commercio stiamo coinvolgendo attivamente il mondo imprenditoriale.”
E parla di iniezione di entusiasmo e di ottimismo Giuseppe Sala Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A riferendosi ai numeri importanti dell’indagine.
 “In un periodo difficile e di crisi economica mondiale, viene riconosciuta a Expo Milano 2015 la decisiva capacità di dare linfa al settore imprenditoriale nazionale.-ha continuato Sala -Ci saranno effetti e ricadute positive in tutti i settori produttivi anche negli anni successivi.”
Mentre per Diana Bracco Presidente di Expo 2015 Spa e Commissario Generale del Padiglione Italia, Expo è: “Una straordinaria vetrina per le tante piccole e medie imprese che potranno beneficiare di un palcoscenico internazionale per promuovere le loro eccellenze.”

Manuelita Lupo
18 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook