Milano strapazza Teramo, Siena batte Sassari

Tutto troppo facile per l’Emporio Armani Milano, che sconfigge Teramo in maniera netta e mantiene invariate le possibilità di chiudere la stagione regolare al secondo posto. Eppure l’inizio di partita sembrava presagire una brutta serata per Milano, che sbaglia i primi nove tiri e si trova subito sotto di sette punti. Teramo, però, spreca in più occasioni l’opportunità di portare in doppia cifra il vantaggio. L’Olimpia Milano riprende coraggio e grazie al dinamismo di Gentile e Rocca, subentrati dalla panchina, riesce a ribaltare il risultato (11-10).

 

A questo punto l’Emporio Armani aumenta la propria convinzione e riesce a strappare un break di 10 punti contro 0 che lascia di stucco Teramo. Scariolo, anche in vista del turno infrasettimanale, sfrutta tutta la panchina, e proprio la freschezza dei nuovi entrati (su tutti Gentile) è decisiva per spingere il punteggio sul 41-25 alla fine del secondo quarto. La ripresa è poco più di una sgambata per l’Olimpia, che continua ad insegnare basket ad una Tercas Teramo ormai scarica fisicamente e moralmente. Milano arriva fino al + 29, grazie ad un break di 14-0. Il terzo quarto si chiude sul 72-44. Nell’ultimo tempo Milano decide saggiamente di non infierire e di attendere il termine della partita con i remi in barca. Il risultato finale è 83-64.

La Montepaschi Siena, già sicura del primato in classifica nella regular season, centra l’ottava vittoria nelle ultime nove gare, la quinta consecutiva, battendo il Banco di Sardegna Sassari, capace di restare in partita fino a 5′ dalla fine. Sassari imposta la partita sulla base delle sue qualità migliori, corsa e tiro, ma è la Montepaschi, come prevedibile, a fare la partita. Il primo 13-2 targato Siena dà la spinta necessaria alla squadra toscana per portarsi sul 23-10 dopo 6′, vantaggio ricucito fino al -4 da un sontuoso Drake Diener, ex della partita. Sassari prova a restare aggrappata all’avversario e a non farlo scappare.

È bravissima la squadra sarda a ritornare carica dagli spogliatoi e a recuperare lo svantaggio che alla fine del secondo quarto sembrava incolmabile (48-35), portandosi addirittura in vantaggio, grazie ad un break di 12-2. Kaukenas e Aradori, rimettono in marcia Siena, che torna sul 70-61. All’avvio dell’ultimo quarto la Montepaschi scappa via (79-67). Grazie alle cinque triple di Pinton, Sassari tiene vive le speranze, ma i 7 punti in tre minuti di Lavrinovic mettono la parola fine all’incontro (92-85).

Questi i risultati della trentaduesima giornata di Lega A:

Venezia-Treviso

61 – 72

 

28/04 16:10

Biella-Cantù

76 – 77

 

29/04 18:15

Varese-Cremona

78 – 66

 

29/04 18:15

Milano-Teramo

83 – 64

 

29/04 18:15

Roma-Casale

70 – 76

 

29/04 18:15

Siena-Sassari

92 – 85

 

29/04 18:15

Montegranaro-Caserta

96 – 85

 

29/04 18:15

Bologna-Pesaro

73 – 64

 

29/04 20:45

La classifica:

 

1

Montepaschi Siena

30

13

2

1277

1079

10

5

1180

1094

23

7

2457

2173

284

46

2

Bennet Cantu

30

13

2

1173

1027

7

8

1064

1081

20

10

2237

2108

129

40

3

EA7-Emporio Armani Milano

30

13

2

1216

1076

7

8

1135

1130

20

10

2351

2206

145

40

4

Banco di Sardegna Sassari

30

13

2

1245

1118

5

10

1160

1233

18

12

2405

2351

54

36

5

Scavolini Siviglia Pesaro

30

10

5

1155

1104

8

7

1104

1140

18

12

2259

2244

15

36

6

Canadian Solar Bologna

30

14

1

1165

1048

4

11

1105

1196

18

12

2270

2244

26

36

7

Umana Venezia

30

11

4

1151

1058

6

9

1160

1202

17

13

2311

2260

51

34

8

Cimberio Varese

30

11

4

1194

1109

5

10

1075

1120

16

14

2269

2229

40

32

9

Sidigas Avellino

30

9

6

1208

1173

4

11

1099

1266

13

17

2307

2439

-132

26

10

Benetton Treviso

30

8

7

1092

1077

5

10

1153

1248

13

17

2245

2325

-80

26

11

Vanoli-Braga Cremona

31

9

6

1149

1141

4

12

1116

1239

13

18

2265

2380

-115

26

12

Acea Roma

31

7

9

1302

1301

6

9

1142

1219

13

18

2444

2520

-76

26

13

Fabi Shoes Montegranaro

30

9

6

1197

1158

3

12

1165

1236

12

18

2362

2394

-32

24

14

Otto Caserta

30

7

8

1188

1178

5

10

1138

1215

12

18

2326

2393

-67

24

15

Angelico Biella

30

8

7

1179

1155

4

11

1110

1167

12

18

2289

2322

-33

24

16

Banca Tercas Teramo

30

8

7

1133

1120

3

12

1079

1208

11

19

2212

2328

-116

22

17

Novipiù Casale Monferrato

30

4

11

1136

1121

3

12

1058

1166

7

23

2194

2287

-93

14

Giuseppe Ferrara

30 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook