La zecca che fa diventare vegetariani

È quanto è emerso da una ricerca scientifica condotta in America: il morso di una zecca fa diventare vegetariani. A portare alla luce questo fenomeno è stato il notevole aumento delle allergie alle carni, che ha spinto i dottori ad interrogarsi sul motivo per cui improvvisamente gran parte degli abitanti della costa orientale degli Stati Uniti sia stata costretta a cambiare le sue abitudini alimentari.

Le attente osservazioni degli studiosi hanno rivelato che questa improvvisa reazione deriva dalla saliva dell’ixodide. L’acaro, dopo aver morso il soggetto, inserendo la proprio bava nella ferita, rilascia in esso delle sostanze che causano un’allergia alla carne. Gli individui colpiti diventano, così, sensibili all’alfa-galattosio, uno zucchero complesso contenuto nei tessuti degli animali come bovini, ovini e suini. Questo alpha-gal, che si trova nelle secrezioni della zecca, rende permanentemente suscettibili all’assunzione dello stesso tipo di zucchero per via orale.

Ciò che stupisce gli esperti è la rapidità con cui gli effetti si verificano. A differenza delle altre allergie, in questo caso si tratta di un fenomeno che avviene nell’arco di poche ore. Le reazioni allergiche alla carne incomincerebbero ad alcune ore di distanza dall’assunzione dell’alimento incriminato. Il soggetto morso non può, così, assolutamente mangiare più carne, altrimenti va incontro ad un pericoloso rush cutaneo, sintomi respiratori e addirittura ad uno shock anafilattico.

Ad aver approfondito le ricerche è il dottor Scott Commins, professore assistente di medicina presso la University of Virginia con sede a Charlottesville, il quale ha dichiarato che le persone colpite manifesterebbero sintomi di allergia in un periodo compreso tra le tre e le sei ore dall’assunzione della carne. A causa del poco tempo intercorso fra il morso e l’attacco allergico, per i medici inizialmente è stato difficile caprine la causa. È così che, purtroppo, questo limite ha causato diverse morti.

Oggi, comunque, si contano già più di 400 americani che sono riusciti ad individuare in tempo le cause dei loro malori. Grazie ai risultati delle ricerche, infatti, il 90% dei pazienti visitati dal dottor Commins ha potuto dichiarare la propria consapevolezza di aver ricevuto punture da parte di zecche in precedenza che ha costretto loro a diventare vegetariani, a causa di questa particolare specie di ixodide. Tra gli altri 800 ectoparassiti, questa particolare zecca vive in Virginia e si ritrova facilmente nelle altre zone della costa orientale ed è possibile anche trovarle in altre parti del mondo. Si tratta dell’Amblyomma Americanum, artropodi ematofagi dalle piccole dimensioni.

Al momento non è stato ancora individuato il meccanismo che permette la nascita di una manifestazione allergica così fuori dal comune rispetto ad allergie già note. I medici si chiedono, inoltre, come mai la zecca abbia sviluppato questa capacità singolare. Un cambiamento climatico o una mutazione genetica? Tutte le ipotesi sono ancora aperte ed il caso è ancora tutto da studiare.

Sonia Carrera
26 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook