Trovate le risorse per il servizio civile, che ora tira il fiato

Tutti noi sappiamo quanto importante sia il Servizio Civile Nazionale Volontario, e lo scopriamo tutte le volte che il nostro territorio viene colpito da calamità e, purtroppo in questi ultimi tempi ciò è accaduto fin troppo spesso.

Il servizio è stato  istituito attraverso la Legge 64/01, con l’obiettivo di raggiungere tante importanti finalità, come la difesa della Patria con mezzi ed attività non militari, la solidarietà sociale, la cooperazione a livello nazionale ed internazionale, la tutela dei diritti sociali della persona, la salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, e tanto altro.

Il Servizio Civile Nazionale  quindi, può essere anche visto come possibilità per i giovani interessati di dedicare 12 mesi della propria vita a se stessi e agli altri, formandosi e  acquisendo conoscenze ed esperienze e maturando una propria coscienza civica.

Tutto ciò, a causa dei tagli dovuti alla crisi economica, rischiava di non avere più un seguito o perlomeno di compromettersi in modo grave, creando un vuoto nei 18.810 volontari per gli anni 2013 e 2014.

Ora però, fortunatamente è arrivata un importante notizia data dal Ministro Riccardi nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina a Roma ed in proposito,  Claudio Di Blasi, presidente di Associazione Mosaico  ha detto: << Non possiamo che apprezzare quanto dichiarato dal Ministro Riccardi, che ha mantenuto l’impegno di trovare risorse per non far morire il Servizio civile, e di questo gliene va dato atto>>.

Di Blasi proseguiva dicendo:<<Ancora più significativo il fatto che abbia fatto la scelta politica di reperire tali risorse, circa 50 milioni di euro, tra i diversi settori su cui ha responsabilità di governo: una decisione non facile, che dimostra il suo interesse e impegno sul servizio civile. Ora il servizio civile esce dalla prognosi riservata, ed entra nella fase della riabilitazione>>.

Infine Claudio Di Blasi concludeva:<<Il Ministro ha sottolineato la volontà di avviare a breve un tavolo tecnico per disegnare il futuro Servizio civile: non posso che augurarmi che anche su questo argomento dia prova di attenzione e sensibilità politico culturale, coinvolgendo in tale percorso gli enti di servizio civile a dimensione regionale>>.

Tra le tante notizie cattive, finalmente una buona che ci assicurerà di vedere ancora all’opera i volontari del Servizio Civile per svolgere gli importanti compiti a cui è chiamato.

Sebastiano Di Mauro
12 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook