Napolitano: Mario Monti senatore a vita e poi premier

Napolitano ha nominato senatore a vita Mario Monti lasciando intendere di voler pretendere per un governo tecnico anticrisi in cui lui sia premier, a confermare questa volontà anche il segretario del Pdl Angelino Alfano, che ospite al programma su Rai uno Primissima di Bruno Vespa, ha dichiarato che secondo lui Silvio Berlusconi: “ha apprezzato e valutato positivamente il comunicato del presidente della Repubblica sui tempi della crisi.” Su Monti ha detto: “A me risulta che Silvio Berlusconi sia stato il Presidente del Consiglio che ha nominato Monti alla Ue ed ha controfirmato la sua nomina a senatore a vita”.

Alfano ha anche affermato che: “Berlusconi si dimetterà sabato, immediatamente dopo il varo della legge di stabilità. E io andrò al Quirinale appena chiamato: tutto si concluderà fra domenica e lunedì. Non c’è da aspettare tempo. Ma in queste ore noi non ci sovrapporremo alle determinazioni del presidente della Repubblica”.
Il Pdl si trova così ad un bivio, o vi sarà un apertura al governo Monti o ad un esecutivo di larghe intese. Non mancano le fratture all’interno del partito, se Monti dovesse “spuntarla allora potrebbe avvalersi della collaborazione di Giuliano Amato e come vicepremier potrebbe esserci Gianni Letta o Franco Frattini.
Si profila quindi l’ipotesi di un governo tecnico con Monti.

di Virginio Sapio

10 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook