Confermati tutti gli impegni di Expo 2015: ingiustificati gli allarmi

In vista di Expo 2015, si è tenuto un incontro per fare il punto della situazione, ma soprattutto per trovare conferma che tutto è “sotto controllo”. Questo è quanto afferma l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, che soggiunge: “ci sono delle criticità, come è normale che accada quando si realizza un insieme di cantieri di tale complessità e di grande valore  (20 miliardi di euro n.d.r), ma non riesco a comprendere gli allarmi lanciati nei giorni scorsi, secondo i quali le infrastrutture sarebbero in ritardo”.
Dunque tutto nella norma dunque e viene, quindi  assicurato il rispetto della scadenza del 1 maggio 2015: il Comune di Milano  conferma il superamento di tutte le criticità finanziarie e di essere in grado di avviare i cantieri di tutto il primo lotto dell’opera, che verrà ultimato entro febbraio 2015.

La societa’ Expo ha fatto una stima di circa 22.500 posti auto che sarà necessario realizzare, la cui individuazione delle aree spetta alla Provincia di Milano, la quale ha confermato che sono stati individuati 4.000 posti auto ad Arese, circa 9.500 alla Fiera di Rho, mentre 4.000 potrebbero essere creati presso il parcheggio di interscambio della metropolitana di Monza  linea 1, per un totale di circa 17.500 posti. In proposito Atm e Rfi hanno confermato che le opere saranno realizzate nei tempi previsti e dunque in tempo per Expo. Così come il Comune di Milano ha assicurato che verrà ultimata la tratta Linate-Forlanini.

Confermati nei tempi previsti  pure il potenziamento della tratta ferroviaria Rho-Gallarate, il completamento della stazione ferroviaria Forlanini, la realizzazione della bretella autostradale Serravalle, l’acquisto di  40 nuovi treni per le linee ferroviarie Trenord e l’avvio, da parte di Atm, della gara per la fornitura di 30 convogli per le metropolitane M1 e M2, che avverrà nelle prossime settimane.

A questo incontro erano presenti tutti o soggetti coinvolti nella realizzazione delle infrastrutture, cioè l’assessore ai Trasporti della Provincia di Milano Giovanni De Nicola; l’assessore alla Mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran; i rappresentanti della società Expo; l’ad di Trenord Giuseppe Biesuz, il presidente di Atm Bruno Rota; il capo compartimento di Anas Claudio de Lorenzo; il presidente di Metropolitana Milanese Lanfranco Senn; i tecnici di RFI; dell’Autostrada Torino-Piacenza; il direttore generale di Infrastrutture Lombarde e amministratore delegato di Concessioni Autostradali lombarde (Cal) Antonio Rognoni.

Sebastiano Di Mauro

15 maggio 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook