La casa di Kim, la casa di tutti

La casa di Kim, la casa di tutti
Associazione Kim

Comincio con un ringraziamento. Ringrazio tantissimo la redazione di “ 2righe”  perché accoglierà  per un po’ di tempo queste “storie di vita vera” che provengono dall’Associazione Kim e da me, che in quelle storie a volte mi perdo,che in quelle storie a volte mi immedesimo, che per quelle storie mi piacerebbe sempre trovare un :”…e vissero tutti felici e contenti”.

Chi è KIM? Lo potete leggere qui sotto, sul sito, o più sotto…nelle mie parole!

Dal 1997 l’Associazione Kim onlus si occupa – in completa gratuità – di accoglienza, tutela e ospedalizzazione di minori italiani o stranieri gravemente ammalati, che vivono in condizioni di disagio economico e sociale, spesso provenienti da Paesi in guerra o da Paesi senza strutture sanitarie adeguate. KIM Segue il bambino-a, accompagnato dalla madre, in tutto il percorso: dalla richiesta d’aiuto all’ingresso in Italia se straniero, ai contatti con gli ospedali, e ospita e sostiene il nucleo famigliare nel suo centro di accoglienza, il Centro Bellincampi – Casa d Kim. L’impegno della KIM si estende alle attività di sensibilizzazione e di diffusione della cultura dell’integrazione, della solidarietà e del volontariato. L’impegno di KIM  è da sempre per il diritto alla cura di tutti i  bambini.

 

Storia di KIM

L’Associazione KIM nasce 20 anni fa dalla “splendida follia” di un piccolo gruppo di amici che, dopo un’esperienza in Albania, sconvolta dalla guerra civile, decidono di fare qualcosa per l’anello più debole di una lunga catena di ingiustizie: i bambini malati. KIM nasce così, con il nome del protagonista di uno dei più noti racconti di Rudyard Kipling, capace di prendere in mano la propria vita al di là di ogni difficoltà, grazie al suo coraggio e alla solidarietà di molti amici.

Nasce con un forte impegno condiviso di prossimità a chi soffre, con la visione di una società che sia in grado di fare pienamente giustizia per i bambini malati e per le loro famiglie. E cresce, negli anni, accogliendo minori da oltre 60 Paesi del mondo. Fino a diventare una realtà di riferimento nel panorama nazionale per il diritto alla salute dei più piccoli. In realtà la KIM è molto di più: Kim è una famiglia, un abbraccio che sostiene e consola ma è anche un parco giochi, teatro di risate e canzoni…di lacrime e sorrisi.

Kim sono gli occhi spauriti di una madre ed un bambino senza speranza che dopo qualche mese si trasformano in occhi grati di una madre e birichini di un bambino, un bambino che può sperare, ora, di diventare grande!

Associazione Kim

Articolo a cura di Tiziana Capriotti “Maestra per sempre”

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook