Stati Uniti: Obama nomina John Brennan a capo della CIA

Con John Kerry nuovo segretario di Stato e Chuck Hagel nominato alla testa del Pentagono, John Brennan, 57 anni, completa il trio in carica degli affari internazionali dello Stato Americano. Questo esperto di lotta antiterrorista di origine irlandese è stato scelto da Barack Obama per dirigere la CIA, e dovrà convincere i senatori, giovedi 7 febbraio che è effettivamente l’uomo necessario per ricoprire il ruolo (negli Stati Uniti, il senato deve concedere il proprio appoggio alle principali candidature della Casa Bianca). 

 

Entrato a far parte della CIA 25 anni fa, dopo aver letto una piccola inserzione in un giornale mentre era uno studente a New York, John Brennan si è consacrato all’indomani dell’attentato al World Trade Center e alle torri gemelle l’11 settembre del 2001, alla lotta contro Al Qaeda. Era il numero due dell’agenzia, e poneva a profitto la sua esperienza nel mondo arabo. Ha effetuato diversi soggiorni in Arabia Saudita presso l’ambasciata americana agli inizi degli anni 1980 e successivamente come uomo importante dell’agenzia nel mondo nella seconda metà degli anni 1990. 

La sua vicinanza con l’amministrazione Bush non ha impedito a Barack Obama di conferirgli la direzione della CIA dal suo primo mandato. Ma il nuovo Presidente dovette rinunciare in ragione della partecipazione dello stesso Brennan a progammi di natura assai controversa. Si era effettivamente accontentato di farne un alleato fondamentale alla lotta al terrorismo. Una chiara e trasparente testimonianza di questa collaborazione è la foto pubblicata dopo la morte di Osama Bin Laden in cui lo vediamo apparire dietro al Presidene Obama che annuncia al mondo la notizia.

Direttore aggiunto durante il primo mandato di George W.Bush e responsabile della lotta antiterrorista, il suo nome è inevitabilmente associato a numerose zone di ombra nella guerra contro il terrore condotta dal Presidente repubblicano. Ha davvero sostenuto il ricorso all’uso delle torture durante la guerra clandestina ricordate nella pellicola cinematografica in uscita nella sale in questi giorni, Zero Dark Thirty ? Brennan è inoltre uno dei fautori del programma di droni lanciati nel 2004 e largamente intensificato sotto la presidenza Obama. Il nuovo capo della CIA organizzò la lista di persone da abbattere di Al Qaeda e supervisionato l’attività dei droni in Pakistan, nello Yemen e in Somalia.   

 

Manuel Giannantonio

7 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook