New York: l’ONU smentisce la permanenza di Assad fino al 2014

L’emissario speciale dell’ONU e della Lega araba per la Siria non ha mai proposto di mantenere il Presidente Bachar Al Assad al potere fino al termine del suo mandato nel 2014, come riferito dal servizio stampa delle Nazioni Unite. 

M.Brahimi “ha sempre detto che la transizione doveva cominciare il più presto possibile”, come indicato dall’organizzazione in un comunicato. 

“Il governo dovrebbe essere messo in atto e Brahimi spera che la crisi possa essere regolata nel 2013, stimando che è impossibile aspettare fino al 2014”, precisa il servizio stampa in previsione dell’arrivo dell’emissario speciale dell’ONU in Russia.

 

I media internazionali hanno recentemente riportato che Brahimi avrebbe avanzato l’iniziativa di lasciare Assad al potere fino al 2014, senza possibilità di ripresentarsi. 

La Siria è scossa da 21 mesi da un conflitto tra il governo e l’opposizione, che ha già fatto tra i 20.000 e i 30.000 morti. Le autorità del paese affermano di opporsi ai banditi armati essendo sostenuti anche da forze esterne. 

Manuel Giannantonio

30 dicembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook