Stati Uniti: John Kerry come segretario di Stato

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha scelto il senatore John Kerry per prendere la successione di Hillary Cliton in qualità di segretario di Stato, come annunciato sabato sera dai canali televisivi CNN e ABC, ma per ora non esistono conferme ufficiali della Casa Bianca.

John Kerry è stato lo sconfitto nelle elezioni presidenziali del 2004 conto George W.Bush. Kerry, eroe pluridecorato del vietnam come nella migliore tradizione americana, è stato in passato anche senatore del Massachusets dal 1985, ed ha appena festeggiato i 69 anni.

 

Capo da quattro anni della potente commissione degli Affari esteri del Senato, dove ha succeduto l’attuale vice presidente Joe Biden, è considerato come il favorito da inserire a capo della diplomazia della prima potenza internazionale, dopo il rifiuto comunicato in settimana ad Obama da parte di Susan Rice inizialmente considerata come il candidato principale per l’incarico.

Susan Rice, è stata bersaglio delle critiche dei repubblicani per le sue prese di posizione dopo l’attentato di Bengasi in cui hanno perso la vita quattro diplomatici americani, tra i quali l’ambasciatore Christopher Stevens.  

La Rice affermò il 16 settembre che questo attacco non era forzatamente di natura terroristica, ma che poteva essere il frutto di una manifestazione degenerata. Dopo che l’amministrazione ha riconosciuto che l’attacco è stato pianificato. Fu quindi attribuito alla Rice la colpa di aver voluto nascondere la verità al popolo americano per non creare problemi al bilancio dell’amministrazione Obama prima delle elezioni presidenziali del 6 novembre.

Le nomine ufficiali nelle cariche governamentali americane sono effettivamente sottoposte alla conferma del Senato, camere o della maggioranza. In questo senso John Kerry con la sua lunga esperienza presso il Capitol di Washington D.C è considerato un candidato senz’altro adeguato rispetto alla contestatissima Susan Rice.

Oltre alla posizione di Hillary Clinton, diversi ministri di primo piano hanno manifestato la volontà di non proseguire il proprio incarico per il secondo mandato di Barack Obama che inizerà il 20 gennaio prosimo: il segretario del Tesoro Timothy Geitnher e Leon Panetta, segretario alla Difesa, hanno dichiarato di non voler proseguire.   A tal proposito Barack Obama ha lasciato intendere di voler nominare un ex parlamentare appartenente alla stessa generazione di John Kerry. 

Manuel Giannantonio
16 dicembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook