Stati Uniti: scandalo CIA, l’inchiesta svela altre preoccupazioni

Colpo di scena nell’affaire Petraeus, il generale americano John Allen, commandante delle forze della NATO in Afghanistan, è stato anch’egli oggetto di un inchiesta condotta dall’FBI, per aver inviato email inapropriate a Jill Kelley, uno dei personaggi-chiave dello scandalo di adulterio che ha portato alle dimissioni il direttore della CIA David Petraeus, nella giornata di venerdì 9 novembre, pochi giorni dopo le elezioni presidenziali americane forse volontariamente per non causare problemi ad Obama e al suo staff.

 

Queste informazioni sono state trasmesse martedì 13 novembre da un alto responsabile americano della Difesa ai giornalisti, che viaggiavano a bordo di un aereo all’interno del quale si trovava il Segretario alla Difesa, Leon Panetta. Secondo questo responsabile del Pentagono, l’FBI avrebbe scoperto circa 30.000 pagini di corrispondenza tra il generale John Allen e Jill Kelley, questo legame tra l’agente del Dipartimento di Stato con il commandante congiunto delle operazioni speciali e che è molto vicino al carismatico generale Petraeus, sarebbe all’origine dello scandalo sessuale. 

Jill Kelley aveva infatti informato l’FBI che ha ricevuto email di minacce. Dopo l’inchiesta, è stato accertato che si tratta di Paula Brodwell, l’autrice della sua bigorafia ufficiale. La coppia sarebbe stata interrogata separatamente dagli investigatori, ma nessuna carica criminale è stata loro associata, nonostante Paula Brodwell sia stata trovata in possesso di informazioni riservate.  
 

Come se non bastasse la stessa inchiesta ha condotto l’ufficio Federale delle investigazioni a scoprire questa corrispondenza inappropriata tra il generale John Allen, succesore di Petraeus in Afghanistan e jill Kelley, che aveva reclamato domenica 11 novembre, con suo marito, il rispetto della loro vita privata e quella della loro famiglia. 

Il Segretario della Difesa, Leon Panetta, ha denunciato in un comunicato che John Allen resterebbe a capo dell’ISAF fino a quando la situazione non sarà stabilita. La sua nomina a capo dell’United States European Command (Eucom) in qualità di commandante supremo delle Forze Alleate in Europa annunciato ad ottobre è previsto per l’inizo del 2013.

Intanto il Wall Street Journal, ha rivelato martedì 13 novembre che un inchiesta dell’FBI, il cui nome non compare sul dossier, avrebbe inviato fotografie di sé stesso torso nudo a .. Jill Kelley ! Un caso che senz’altro getta nell’imbarazzo più sconcertante una delle agenzie investigative più importanti e prestigiose al mondo.

Manuel Giannantonio
13 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook