Dibattito Trump-Biden. Un faccia a faccia senza stretta di mano

Dibattito Trump-Biden. Un faccia a faccia senza stretta di mano
(Fonte: CNN - editing: g2r)

Un faccia a faccia senza stretta di mano che si è trasformato in una rissa dove mancavano soltanto i guantoni da boxe. Così si e svolto il primo dei tre duelli televisivi tra il Presidente uscente, Donald Trump, e il candidato democratico Joe Biden, nella fase finale della campagna elettorale verso le elezioni del 3 Novembre.

Il dibattito si è svolto alla Case Western Reserve University, in Cleveland, Ohio, ed è stato condotto da Chris Wallace, conduttore di Fox News Sunday.

Di fronte ad un ristretto pubblico di circa 70-80 persone, i due candidati si sono scontratri su sei argomenti: le esperienze passate di entrambi, la Corte Suprema,  l’emergenza Covid19, l’economia, la violenza nelle città e la questione razziale, e il corretto svolgimento di queste elezioni.

Ma il dibattito si è trasformato in un caos totale. I due candidati si sono interrotti a vicenda, senza tregua, e sin dai primi minuti, mettendo anche in difficoltà il moderatore Wallace che a tratti ha dovuto anche alzare la voce chiedendo ai due sfidanti un po’ di ordine, soprattutto al Presidente Trump. 

Joe Biden (Fonte: CNN)

I due candidati sul ring

Lo scontro è stato anche un susseguirsi di insulti, dove Biden ha etichettato Trump come un pagliaccio, un bugiardo, e lo ha letteralmente invitato a “stare zitto”. Trump a sua volta ha detto all’avversario democratico che non è intelligente e che forse è stato tra gli ultimi (o addirittura l’ultimo) della classe all’università. “Non usare la parola ‘Intelligente’ con me – ha detto Trump- non c’è nulla di intelligente in te, Joe.”

Il 45esimo Presidente degli Stati Uniti non ha atteso a lungo a sferrare il suo colpo (come previsto) sul piano personale mettendo sul tavolo il figlio di Biden, Hunter, criticandolo per avere ricevuto 3,5 milioni di dollari da una miliardaria russa.

Dall’altra parte Biden ha contrattaccato il tycoon usando come arma le tasse non pagate. Stando ad una inchiesta del New York Times pubblicata a poco più di un mese dalle elezioni, il Presidente Trump avrebbe pagato appena 750 dollari di imposte federali sul reddito nel 2016 e nel 2017. 

E alla domanda diretta di Wallace, Trump ha risposto dicendo di avere invece pagato milioni di dollari. “Allora facci vedere la tua dichiarazione dei redditi,” ha interrotto Biden.

Lo sfidante democratico, che sorridendo ha detto a Trump di essere il peggiore presidente che gli Stati Uniti abbiano mai avuto, ha anche puntato il dito contro la gestione della pandemia. Secondo Biden, Trump non ha dato il giusto peso alla gravità della situazione, sottovalutando troppo il virus e lo ha anche “preso in giro” riguardo alle iniezioni di candeggina.

Donald Trump (Fonte: CNN)

Ma la risposta di Trump non si è fatta attendere. “Tu non saresti stato in grado di procurare i ventilatori.” ha detto. “Non avresti mai fatto quello che abbiamo fatto noi, non ce l’hai nel sangue.”

Che America sarà?

Sul piano dell’economia i due candidati si sono scontrati soprattutto sulla riapertura del paese in seguito al Covid19. Trump ha affermato che era necessario fare ripartire l’economia. Un grosso sbaglio questo secondo Biden. “Non si può aggiustare l’economia senza risolvere prima la pandemia,” ha sottolineato l’ex vicepresidente. 

“Tu chiuderesti nuovamente il Paese,” ha detto Trump, sottolineando che le persone sanno esattamente cosa fare (mantenere le distanze, indossare la mascherina, etc) e hanno bisogno di tornare al lavoro.

Sul finale, il  Presidente Trump ha poi detto che se ci saranno delle frodi con il voto per posta, lui non riconoscerà il risultato delle elezioni.

E in questo caos, con Biden che si è anche rifiutato di rispondere ad una domanda riguardo alla Corte Suprema e Trump che si è dimostrato molto rumoroso, è difficile pensare che questo dibattito possa essere di aiuto agli elettori indecisi.

Ci sono ancora altri due dibattiti in programma: uno il 15 Ottobre all’Adrienne Arsht Center for the Performing Arts in Miami, e uno il 22 di Ottobre alla Belmont University in Nashville, Tennessee. Mentre il 7 Ottobre, alla University of Utah in Salt Lake City, sarà la volta dello scontro tra il vicepresidente Mike Pence e la candidata democratica Kamala Harris.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook