Avatar
Cinzia Albertoni

Biografia

Articoli

A Venezia riparte il Dorsoduro Museum Mile

Con il passaggio della Regione Veneto in zona gialla, si ritorna a godere del miglio dell’arte. A Venezia, in poco più di un miglio attraverso il sestiere di Dorsoduro, tra il Canal Grande e il Canale della Giudecca, si può viaggiare lungo otto secoli della storia dell’arte mondiale. Nel quartiere si allineano, infatti, notevoli musei: le Gallerie dell’Accademia, la Galleria…
Commenti

Moriva 180 anni fa Berthe Morisot, l’unica pittrice femmina del gruppo degli Impressionisti.

Nata il 14 gennaio 1841 a Bourges, da bambina le piaceva disegnare e colorare; da ragazza ambiva a entrare all’École des Beaux Arts di Parigi ma, poiché femmina, non fu ammessa.  Berthe Morisot, appartenente a un’agiata famiglia dell’alta borghesia francese, studiò allora pittura privatamente con il pittore Joseph Guichard e dopo il trasferimento della famiglia nei pressi della capitale, si…
Commenti

Ci mancherà Philippe Daverio, il critico col papillon

Chi sapeva spiegarci l’arte con simpatia, chiarezza e semplicità, se n’è andato lasciandoci ignudi del suo sapere che divulgava senza alcuna alterigia nonostante fosse coltissimo. Per fortuna rimangono i suoi libri e i suoi video nei quali continuare ad attingere quella storia dell’arte narrata più che insegnata, pagine nelle quali riversava non solo la sua cultura ma tutto il suo…
Commenti

Riprendono le visite ai musei a Roma, Padova e Ferrara

Il ritorno alla normalità ha coinvolto anche la vita culturale e, in particolare, le riaperture dei musei al pubblico dei visitatori, seppur nel rispetto delle normative e dei protocolli di igiene e sicurezza. Così riprendono le visite di tre mostre in tre città italiane, rispettivamente Roma, Padova e Ferrara: la mostra Raffaello 1520-1483 presso le Scuderie del Quirinale, la rassegna A…
Commenti

Colera, vaiolo, peste, spagnola, Covid-19: le grandi pandemie dell’umanità

Paul Ferdinand Gachet, il medico amico di Van Gogh, nel 1854 quando era ancora uno studente di medicina, offrì volontariamente il suo aiuto ai malati di un’epidemia di colera diffusasi nei dipartimenti francesi dell’Aube e dello Jura. Gachet contrasse la malattia ma guarì e la stessa diventò il soggetto del suo dipinto “Scène du choléra. Souvenir de l’épidémie de 1854…
Commenti