BALOTELLI SI VESTE DA SUPER HULK E ABBATTE LA GERMANIA. L’ITALIA E’ IN FINALE!

Gli azzurri si impongono alla grande anche contro i tedeschi in semifinale, realizzando due splendidi gol con il suo capocannoniere Super Mario, in corsa ora per il titolo di goleador del torneo. Tutta il Paese applaude la squadra. Ora c’è da fare il bis nella finale contro la Spagna…

Dodici anni dopo l’ Italia torna a sorridere. La finale europea è sua. A Varsavia, contro la forte formazione tedesca, gli azzurri
abbinano tanta quantità e qualità in campo, meritando alla fine vittoria e qualificazione. Un cammino quello azzurro che, in questi europei, sembrava essere iniziato con incertezze, dubbi e preoccupazioni e che invece si  è concluso con il botto, anche grazie al tecnico Cesare Prandelli, che ha dimostrato di avere idee chiare anche nei momenti più difficili.

Battere corazzate del calcio europeo come Inghilterra prima e Germania poi ha un sapore particolare per noi italiani che perlomeno nel calcio ci facciamo rispettare. Per completare il grande cammino manca la ciliegina, speriamo di assaporarla domenica nella finale, strappando il titolo ai campioni in carica della Spagna. Straordinaria la prestazione di Balotelli, che nelle vesti di super “Hulk” ha abbattuto i “panzer”. Festa grande in campo, urla di gioia in tutto il Paese. La Coppa è a portata di mano. Sta ora a noi non farcela scappare.

Contro i tedeschi, Prandelli è costretto a rinunciare ad Abate infortunatosi poche ore prima. Maggio è squalificato. Spazio quindi a Balzaretti in difesa a destra, mentre Chiellini gioca a sinistra. Sul fronte opposto, Low lascia fuori Mueller e schiera a centrocampo sulla destra Kroos, con Gomez unica punta. Parte decisa la Germania. Primo brivido per la difesa azzurra al 6′: Hummels devia verso la porta, ma Pirlo ben appostato salva sulla linea di porta. Al 12′ tocca poi a Barzagli respingere, dopo una deviazione di Buffon. La prima risposta italiana arriva al 17′ con Montolivo con un tiro dal limite neutralizzato a terra da Neuer. Due minuti dopo è la volta di Cassano ad impegnare il portiere tedesco. Passata la sfuriata tedesca, l’Italia è ora più sicura ed efficace.

Al 20′ la gara si sblocca: Chiellini porge a Cassano sull’out destro, scatto e cross pennellato,  poderos colpo di testa di Balotelli e Neuer è battuto. L’ Italia è in vantaggio! I tedeschi non ci stanno e si spingono decisamente in avanti con Ozil che impegna Buffon e una pericolosa incursione a destra di Boateng che costringe Balzaretti a mettere in angolo, anticipando l’accorrente Podolski.

Al 24′ Cassano prova a servire Montolivo che viene argiato da Hummels. Sei minuti dopo arriva il biss italiano di super Mario: Montolivo recupera un bel pallone dalle retrovie e con un lunghissimo lancio serve Balotelli che dal limite dell’area fa rimbalzare il pallone e con una grande bordata di destro all’incrocio, sul primo palo, supera Neuer. E ‘ apoteosi azzurra. Balò si toglie la maglietta e mostra i muscoli, come l’incredibile Hulk.

Per il giocatore italiano scatta l’ammonizione, ma non importa. Tutto ora si può perdonare. I sogni azzurri stanno per diventare realtà. Manca davvero poco alla finale. Nella ripresa, Il tecnico tedesco Low  sostituisce Gomez con Klose. Reus gioca invece  sul fronte offensivo a destra e rileva uno spento Podolski. L’ Italia però non si spaventa. Ritmo e concentrazione non vengono meno tra gli azzurri, perchè la voglia di vincere è tanta, contro il ritorno di fiamma dei tedeschi che tentono il disperato assalto alla porta di Buffon. Dagli spalti, intanto, cresce il sostegno dei numerosi tifosi tedeschi. Ozil mette in apprensione sulla destra la difesa italiana, che però si salva. Bonucci al 56′ con perfetta scelta di tempo anticipa il pericoloso Klose e mette in angolo. Prandelli cambia ancora. Fuori Cassano ( esausto) e dentro Diamanti. Un minuto dopo, ancora chance azzurra con Super Mario che in diagonale sfiora la base del palo. I tedeschi replicano, ma Buffon è pronto a deviare con le dita e sulla traversa la pericolosa punizione di Reus. Nell’ Italia Motta sostituisce Montolivo ( grande prestazione). L’assetto tattico azzurro però non cambia. La squadra amministra a dovere il doppio vantaggio, grazie anche ad un possesso palla che spezza l’assalto tedesco. Al 67′ Marchisio, su servizio di Bonucci, da favorevole posizione, manda il pallone sull’esterno della rete. Nel frattempo, si fanno sentire i tifosi italiani. Gli azzurri, schierati dietro la palla, quando possono ripartono con una certa pericolosità. All’81’ Diamanti lancia Di Natale,( subentrato precedentemente a Balotelli ) che spreca da pochi passi una favorevole occasione. Tre minuti dopo, splendida è la chiusura di Balzaretti in area su tentativo dei tedeschi. Subito dopo Lahm serve Klose che, davanti alla porta, tira però addosso a Buffon. Al 92′ Balzaretti colpisce con un braccio in area il pallone. E’ rigore per i tedeschi. Ozil trasforma con un tiro angolato. I minuti finale della gara sono incandescenti. L’assalto dei panzer viene però respinto. L’Italia va in finale. La Germania perde l’imbattibilità europea e dice addio ai sogni di conquista europea.

Germania – Italia   1 – 2

Reti: 20′ Balotelli, 30′ Balotelli, 92′ Ozil ( rig)

Germania:( 4 – 2 – 3 – 1) Neuer, Boateng,( 71′ Mueller), Badstuber, Hummels, Lahm, Schweinsteiger, Khedira, Kroos, Ozil, Podolski,( 46′ Reus), Gomez ( 46′ Klose). ALL: Low

Italia:( 4 – 3 – 1 -2) Buffon, Balzaretti, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Pirlo, Marchisio, De Rossi, Montolivo,( 63′ T. Motta), Cassano,( 58′ Diamanti), Balotelli ( 76′ Di Natale). ALL: Prandelli.

Arbitro: Lennoy ( Francia)

Note: Spettatori 55. 540 Ammoniti: Bonucci, De Rossi, T. Motta e Balotelli ( Italia), Hummels ( Germania).

Luigi Rubino

29 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook