Ibrahimovic piega la Roma: è 2-1 Milan

Una doppietta dello svedese nel secondo tempo, tra cui una su rigore, rimonta il vantaggio iniziale di Osvaldo per i giallorossi. Due legni per i rossoneri. Roma inguardabile in difesa e molto sterile in fase offensiva

Prove di spagnolo per il Milan che, aspettando l’arrivo a San Siro del Barcellona, si rituffa in campionato  e deve dimenticare l’eliminazione dalla coppa Italia, patita contro la Juve. Le fatiche ai supplementari della Tim Cup potrebbe  incidere sulla prestazione di alcuni giocatori,viste le tante assenze che, obbligano a far giocare gli stessi  titolari.

L’ anticipo della 29/a giornata è delicatissimo per i campioni d’Italia che ospitano una Roma ritrovata dopo i malumori del derby e intenzionata a raggiungere il terzo posto della Lazio, lontana appena 4 punti. I rossoneri non possono permettersi passi falsi se vogliono tenere a distanza la Juventus, impegnata nel posticipo con l’Inter, ma è inevitabile che la testa degli uomini di Allegri sia in parte rivolta alla sfida dei quarti di Champions contro i campioni d’Europa e del Mondo in carica. E’ una gara speciale per Mexes, il grande ex della gara che è passato l’anno scorso ai rossoneri. Il difensore francese ha, infatti ,vestito per 7 anni la maglia della Roma. Nelle ultime cinque uscite il diavolo si è imposto in una sola occasione contro i giallorossi.

L’ allenatore rossonero Allegri ha dei problemi in avanti dove, è obbligato a schierare El Shaarawy nel tandem d’attacco insieme ad Ibrahimovic. Osservato speciale è Thiago Silva che non è al massimo della forma e potrebbe essere risparmiato in vista del big match in coppa. A sua volta, quindi,  viene fatto riscaldare con i compagni Zambrotta che, non è previsto nella formazione, ma che potrebbe prendere il posto del brasiliano nell’undici titolare. Recuperati Boateng e Seedorf che risiedono in panchina. Luis Enrique  schiera Totti a sostegno delle punte Borini e Osvaldo . Non c’è Juan. A sorpresa lascia un posto in mediana al neo acquisto Marquinho. Prima della partita c’è un minuto di silenzio in memoria del militare caduto un Afghaniistan. Alla fine il difensore brasiliano del Milan viene rischiato e parte titolare.

Sono i padroni di casa a fare la partita e a mettere apprensione alla retroguardia romanista. La prima conclusione arriva al 9′,il sinistro rasoterra di Emanuelson è bloccato da Stekelenburg. Al 10′ arriva l’infortunio di Thiago Silva che lascia anzitempo il campo per un risentimento muscolare. E’ una brutta tegola che potrebbe pesare in coppa. Al suo posto entra Zambrotta. Intanto Ibra si fa vedere tre minuti dopo su punizione, il suo tiro viene deviato in angolo. Spunto anche di Muntari, la sua conclusione dalla distanza è bloccata dal portiere. Buona la manovra al 17′ sull’ asse Muntari Zambrotta con l’italiano che fa sponda per El Shaarawy,il suo tiro termina a lato. Un istante dopo Emanuelson spara alto dal limite. Il più vivace del Milan è  il ghanese Muntari che prima conclude alto sopra la traversa,poi, crossa per Ibrahimovic, la sua inzuccata finisce centrale.La Roma si fa vedere con Borini ma il centravanti italiano conclude a lato. La più ghiotta occasione da rete capita al 42′. Destro a giro di El Shaarawy , la palla sbatte sul palo, sulla ribattuta Nocerino non riesce a colpire bene permettendo a Stekelenburg di bloccare la sfera.  Al primo vero affondo la Roma passa. Mexes per evitare il calcio d’angolo rinvia sui piedi di De Rossi. Destro strozzato del centrocapista giallorosso, sul pallone si avventa Osvaldo che elude la marcatura di Bonera e a un passo dalla porta infila Abbiati .Finisce il primo tempo con la Roma avanti 1-0. E’ il Milan a fare la partita ma  viene punito severamente alla prima distrazione.

Nella ripresa si potrebbe mettere ancora pù in discesa la strada  per gli ospiti ma il capitano spreca. Abbiati sbaglia il rinvio servendo Totti che, dal limite prova il pallonetto, la sfera termina alta. Dall’ altro fronte disimpegno errato di Gago che serve Ibrahimovic, lo svedese appoggia per El Sharaawy, destro del faraone centrale. Giallorossi più propositivi. Si fa vedere Marquinho,il suo sinitro è deviato all’esterno. Nel momento in cui gli ospiti erano cresciuti subiscono un rigore per un mani netto di De Rossi  sul destro di Ambrosini. Dal dischetto Ibrahimovic non sbaglia. Iniziano i cambi con il ritorno in campo di Boateng nel Milan mentre nella Roma entrano Pjanic e Bojan. La gara cala nei ritmi, i rossoneri sembrano accusare la stanchezza ma la Roma non accelera e si muove senza molte idee. Il punto debole è la difesa che lascia a desiderare. Dopo la punizione dai 30 metri calciata sopra la traversa, Ibrahimovic scarica un rasoterra in area ma trova la risposta di Stekelenburg. Grande paura per la porta giallorossa sul tiro di Muntari, il suo sinistro viene deviato sulla traversa da Stekelenburg. Ultimo asso nella manica per l’allenatore spagnolo è Lamela che rileva Gago. L’ultima parata di Abbiati è un innocuo tiro dalla distanza di Pjanic. Una clamorosa dormita della difesa giallorossa regala i tre punti al Milan. Lungo lancio di Muntari per Ibrahimovic, Kjaer e Heinze sbagliano il fuorigioco, ne approfitta lo svedese che salta Stekelenburg con un pallonetto, poi di testa appoggia in rete a porta vuota sulla pressione di Kjaer . Finisce 2-1 per il Milan che compie la rimonta  e allunga momentaneamente a +7 dalla Juve. La Roma perde una grande chance di andare sotto alla Lazio.

“Thiago Silva l’ho rischiato ed è andata cosi, ha un problema al flessore e credo sia impossibile averlo con il Barcellona”: Allegri commenta cosi la notizia che rovina il sabato del Milan. Poi parla della partita: “Vittoria meritata, abbiamo preso gol nella loro unica occasione. Ibrahimovic ha disputato una grande ripresa, ha fatto la differenza”.

“Si deve cambiare qualcosa . Non va bene che a un mese dalla fine ci siano cosi tanti infortuni, questo è il momento per fare la differenza”, afferma Ibrahimovic.

Dopo il ko di San Siro contro il Milan il ds Sabatini mostra il suo dispiacere per il risultato, ma non vede la Roma tagliata fuori per il terzo posto: “Possiamo ancora lottare. La squadra deve immediatamente resettarsi e ripartire. Abbiamo il dovere morale di fare sempre meglio”. Il dirigente commenta poi i due gol subiti nel secondo tempo: “Sul secondo c’è stato un errore nella lettura della traiettoria da parte di Kjaer, sul primo mi sembra sia successo qualcosa in area”.

Non fa drammi Luis Enrique che accetta la sconfitta, seppur in rimonta: “E’ mancata la cattiveria in zona gol, per il resto il voto è altissimo. Partita decisa dalla qualità di Ibrahimovic”.

Stadio : San Siro (Milano)

29 a giornata serie A

Milan – Roma  2-1
Marcatori: 44′ Osvaldo (R), 53′ rig. e 86′ Ibrahimovic (M)
Ammoniti: Osvaldo (R), Ibrahimovic (M), Heinze ( R), Mesbah (M), Muntari (M)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Milan (4-3-1-2)                                                         Roma (4-3-3)

Abbiati                                                                      Stekelenburg
Bonera                                                                       Taddei
Mexes                                                                        Heinze
Thiago Silva                                                              Kjaer
Mesbah                                                                      Rosi
Nocerino                                                                   Marquinho
Ambrosini                                                                  De Rossi
Muntari                                                                       Gago
Emanuelson                                                                Borini
El Shaarawy                                                               Totti
Ibrahimovic                                                                Oasvaldo

All. Allegri                                                                All. Luis Enrique
 
Arbitro: Mazzoleni

Panchina
Milan: Amelia, Aquilani, Boateng, Carmona, Nesta, Seedorf, Zambrotta
Roma:  Bojan, Curci, Jose Angel, Lamela, Perrotta, Simplicio, Pjanic

Armin Sefiu  

25 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook