La lupa rinasce con Borini e intrappola l’ aquila siciliana

Basta un gol del centravanti giallorosso, ad inizio partita, per piegare il Palermo, mai remissivo fino alla fine. Buona reazione della Roma, alle tante critiche, che gioca bene il primo tempo e soffre nella ripresa.

Sfida tra deluse nel posticipo serale della 27/a giornata. Palermo e Roma sono due squadre in crisi di risultati. I rosanero, dalla classifica in linea con il potenziale, si devono riprendere dal tremendo 0-4 interno subito dal Milan. Nonostante i 4 punti in più, sta peggio la Roma. La sconfitta nel derby è di quelle che lasciano il segno, la squadra di fatto è lontana da tutti gli obiettivi e, la trasferta in Sicilia rappresenta l’ultima possibilità di rilancio di una stagione per ora modesta.

Mutti propone una squadra dal potenziale offensivo: Zahavi,viene preferito a Ilicic, dietro al tandem Budan-Miccoli, tutti protetti da una diga di quantità davanti alla difesa. Luis Enrique, invece, può schierare Totti dopo l’incertezza in settimana: il capitano agirà nel tridente offensivo alle spalle di Borini e Lamela. Dietro, indisponibile Taddei, a destra torna Rosi. Ritorno al passato per due ex della partita, Simplicio e Kjaer, uno titolare e l’altro in pachina.

La Roma parte con il piede giusto e trova il vantaggio dopo appena 3′. Munoz sbaglia il disimpegno, interviene Lamela che serve una palla filtrante a Borini,controllo e piatto sinistro in rete. I giallorossi tengono in mano il pallino del gioco mentre, i rosanero si fanno vedere a fiammate. Buona copertura del centrocampo romanista a sostegno della difesa. Il Palermo non trova il varco giusto e mette in apprensione l’estremo difensore ospite con pericolosi cross dagli esterni. Al 20′ la traiettoria velenosissima di Balzaretti è alzata in angolo da Lobont. Più efficace la manovra d’ azione dei capitolini. Al 23′ Greco lancia Lamela che si libera di Munoz con un gran numero e fa partire un sinistro sul primo palo, vola Viviano e respinge. E’ ancora un cross, questa volta di Miccoli, a mettere in apprensione Lobont che smanaccia,poi Heinze mette in angolo. Sul fronte opposto la Roma arriva con più disinvoltura in porta ma, sbaglia la potenza. Al 29′ sponda involontaria di Borini, respinge Mantovani, la palla arriva a Totti che dalla distanza conclude debolmente, blocca in due tempi Viviano. Altra offensiva intimidatoria arriva con il solito Borini , il più vivace e reattivo in avanti.Il suo sinistro di punta, su cross di Josè Angel, finisce fuori. Solo nel finale salgono in cattedra i padroni di casa che, mettono i brividi alla Roma. Al 44′ inizia Mantovani con un sinistro potente, dopo una respinta corta di Josè Angel, Lobont alza la sfera oltre la traversa. Un minuto dopo destro velenoso di Zahavi, para a terra Lobont. I giallorossi non riescono ad uscire dalla propria metà campo e subiscono l’ultima offensiva siciliana. Miccoli serve Barreto che fa partire il suo destro dalla distanza, blocca senza affanno l’estremo difensore giallorosso. Termina cosi 1-0 un primo tempo vibrante che, ha visto una buona Roma a lunghi tratti e un Palermo accendersi ad intermittenza, soprattutto nel finale.

Inizia la ripresa con un doppio cambio per il Palermo. Fanno il loro ingresso in campo Ilicic ed Hernandez al posto di Zahavi e Budan. Partita molto combattuta ma confusa in mediana. I primi squilli sono di marca giallorossa che mettono in ansia la retroguardia rosanero. Al 53′ Josè Angel appoggia per Gago, l’ argentino raccoglie la sfera e fa partire un rasoterra lento, facile preda per Viviano. Il più  velenoso del trio offensivo è il gioiellino argentino Lamela. Quando il numero 8 prende palla, da sempre la sensazione di poter far male. Una sua azione solitaria al 57′ rischia di chiudere il match. Il suo sinistro in area termina, però, sull’ esterno della rete, dopo aver fatto fuori tre giocatori. Immediata la reazione del Palermo che, certo, non sta a guardare. La luce la accende Ilicic, il suo tiro dalla distanza è parato in due tempi da Lobont. I padroni di casa insistono recuperando palla, Hernandez entra in area,  mezza girata di sinistro e palla fuori. Intanto gran tocco di prima di Rosi per Lamela, l’ argentino protegge palla e fa partire il suo sinistro ma, la sfera è alta. Stesso risultato la conclusione, subito dopo , di Donati. I siciliani cercano di sfruttare molto le palle inattive, sbagliando però la mira. Succede a Ilicic che spara in tribuna sugli sviluppi di un corner. Finalmente si fa vedere Borini che salta due uomini ma,poi conclude sull’ esterno della rete da buona posizione. Sale di intensità il pressing del Palermo, alla ricerca del pari. Soffre la retroguardia ospite, abbastanza bassa rispetto al solito. Ne fa le conseguenze Heinze che, rischia il rosso, su intervento scomposto ai danni di Hernandez. Sulla punizione seguente, Miccoli tira fuori. I rosanero recuperano subito palla e sfiorano il gol. Lobont esce male su un cross, la palla arriva a Miccoli che batte a colpo sicuro, strepitoso intervento del rumeno che si fa perdonare l’erroraccio. Luis Enrique decide di cambiare qualcosa. Fa il suo debutto il neo acquisto Marquinho per Greco. In attacco Lamela lascia il posto a Bojan. Sono i padroni di casa a insistere. All’ 81′ spunto di Hernandez,destro dalla distanza e palla fuori. Ospiti che ribattono con il capitano. Bojan serve Totti, il suo sinistro dal limite è parato da Viviano. Sul fronte opposto il Palermo si divora il pari. Sugli sviluppi del corner,Munoz va di destro,Lobont si supera e alza oltre la traversa. Mutti si gioca l’ ultima chance inserendo un altra punta. Entra Vazquez per Acquah. Nella Roma spazio a Simplicio e fuori Gago. L’ offensiva palermitana regala grandi praterie ai capitolini che, sciupano il contropiede con Bojan che, sbaglia il controllo a seguire. Nell’ azione seguente sinistro da fuori area di Marquinho, a lato di poco. Nel finale la Roma resiste su una mischia furiosa e riesce a murare il destro di controbalzo di Ilicic in area. Finisce 1-0 per i giallorossi che, tornano al successo dopo due stop consecutivi e, si rilanciano nella corsa all’ Europa League. Terzo ko di fila per il Palermo che, resta provvisoriamente al nono posto in graduatoria.

Cerca di vedere in positivo Balzaretti: “Abbiamo avuto un po’ di timore dopo l’iniziale svantaggio, ma abbiamo reagito bene. Non siamo una delusione,non è detto che può andare bene tutti gli anni, ma noi lavoriamo molto e siamo uniti. A Lecce sarà fondamentale non sbagliare per evitare di finire con l’acqua alla gola in graduatoria”. Non rischia il posto il ct rosanero, come afferma lo stesso ds Cattani: “La fiducia in Mutti non traballa. Dobbiamo superare questo black-out”.

E’ molto rammaricato per il terzo ko l’allenatore siciliano: “Il gol a freddo ci ha fatto perdere sicurezza e certezze, con tanti errori. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, ma è andata cosi”.

 

C’è soddisfazione nelle parole di De Rossi che, commenta cosi la vittoria di Palermo: “E’ una vittoria convincente su un campo difficile. Avevamo preparato molto profondamente questa gara. Dobbiamo dare maggiore continuità, perchè se ci addormentiamo come è successo alcune volte, non otteniamo punti. Spero che sia di buon auspicio il ricordo in Nazionale. Nel settembre 2004, infatti, nel giorno del mio esordio in maglia azzurra, vincemmo contro la Norvegia e, da li è iniziato un ciclo che ci ha portato ad alzare la coppa del Mondo”.

E’ sollevato per il riscatto della sua Roma, il ct spagnolo Luis Enrique: “Ho visto attenzione e atteggiamento giusto per novanta minuti. Bella la giocata tra Lamela e Borini: ci ha dato i tre punti che ci fanno ancora sperare”.

Stadio : Barbera (Palermo)

27 a giornata serie A

Palermo – Roma   0-1

Marcatori: 3′ Borini (R)

Ammoniti: Barreto (P), Pisano (P), Lobont ( R), Munoz (P), Heinze ( R), Miccoli (P)

Espulsi: nessuno

Formazioni

Palermo (4-3-1-2)                                                         Roma (4-3-3)

Viviano                                                                         Lobont

Pisano                                                                           Josè Angel

Munoz                                                                          Heinze

Mantovani                                                                    Kjaer

Balzaretti                                                                      Rosi

Acquah                                                                         Greco

Donati                                                                           De Rossi

Barreto                                                                          Gago

Zahavi                                                                           Borini

Miccoli                                                                         Totti

Budan                                                                           Lamela

 

All. Mutti                                                                     All. Luis Enrique

 

Arbitro: Banti

 

Panchina

Palermo: Bertolo, Della Rocca, Hernandez, Ilicic, Milanovic, Tzorvas, Vazquez

Roma: Bojan, Cicinho, Curci, Marquinho, Piscitella, Ricci, Simplicio

Armin Sefiu

11 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook