La neve decide la 21esima giornata di serie A

Quattro partite rinviate, importante vittoria della Lazio ai danni del Milan, vittoria della solita Udinese e pareggio pirotecnico tra Inter e Palermo, la Roma cade malamente a Cagliari

Ci sarebbe da chiedersi quanto sia opportuno avere stadi ed impianti adeguati, pronti a difendersi dal maltempo e permettere il regolare svolgimento delle gare. In assenza di impianti di gioco e terreni di gioco adeguati sarebbe forse opportuno non giocare di sera, ma nel pomeriggio oppure pensare ad un periodo di sosta invernale un po’ più lungo, anche se la ricchezza dei calendari limita quest’ultima ipotesi. La soluzione è… NUOVI STADI per tutti!

Quattro le partite rinviate nella 21^ giornata di Serie A per il maltempo che si è abbattuto su tutto il nord Italia, dopo Parma – Juventus infatti, anticipo del martedì, sono state rinviate per neve anche Atalanta – Genoa, Bologna – Fiorentina e Siena Catania.
Si è giocato invece a San Siro nonostante il terreno di gioco ricoperto fosse ricoperto da uno strato di neve. Nell’impianto milanese si è assistito alla partita più rocambolesce della giornata, Inter – Palermo finita 4-4. Protagonisti assoluti del match Diego Milito, da una parte, autore di tutte e quattro le reti nerazzurre e Fabrizio Miccoli, dall’altra, che con la sua tripletta ha permesso ai rosanero di tornare in Sicilia con un punto. L’Inter perde così, dopo la sconfitta di domenica a Lecce, altro terreno per la corsa scudetto e Champions League (ora distante 5 punti).
Il Milan cade all’Olimpico di Roma, i rossoneri di Allegri vengono sconfitti da una Lazio che tutti gli addetti ai lavori avevano ridimensionato dopo il calciomercato di basso profilo condotto dai dirigenti biancocelesti. Di Hernanes e di Rocchi nella ripresa le reti che permettono alla Lazio di mantenere il quarto posto in classifica e di mantenere inalterati i due punti di distacco dall’Udinese che occupa l’ultimo posto disponibile per accedere in Champions. I friulani infatti riscattano immediatamente la sconfitta rimediata in casa della Juventus battendo al Friuli il Lecce per 2-1 con reti del nuovo arrivato Pazienza, prelevato proprio dai bianconeri nell’ultimo giorno di mercato e subito schierato titolare da Guidolin, e del solito Di Natale, a nulla è servito il momentaneo pareggio dell’ex Di Michele.
Perde anche la Roma al Sant’Elia di Cagliari dove i padroni di casa si impongono per 4-2 ridimensionando, almeno per il momento, le ambizioni dei giallorossi di Luis Enrique mandati al tappeto dalla doppietta di Thiago Ribeiro; in gol anche il nuovo acquisto Pinilla, autore del 2-2. Infine pari a reti inviolate tra mille polemiche tra Napoli e Cesena: i partenopei, che non vincono da 4 giornate, reclamano per sfavori arbitrali (gol annullato a Pandev nel finale).
Chiude la 21^ giornata Novara-Chievo. Esordio amaro per mondonico che inizia la sua avventura a Novara con una sconfitta per 2 a 1. Ha la meglio il Chievo che ritrova il gol di Pellissier ma il Novara non aveva demeritato.

Gabriele Serraglia

3 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook