La famiglia moderna sulle orme di Cristo

di Mirko Tomasino

Continua, con discreto  successo di pubblico e seguito, il corso di formazione “Famiglia, ambiente educativo e vita nello spirito” all’Istituto San Giuseppe di Catania.
I relatori di questa nuova tappa sono stati due eminenti figure del mondo accademico ed educativo etneo e nazionale: il prof. Giuseppe Adernò, dirigente scolastico e formatore UCIIM e il frate francescano, prof. Giulio Cesareo, docente della Pontificia Facoltà Teologica “S.Bonaventura” di Roma.
Con ottima dialettica e discreto coinvolgimento di pubblico, il prof Adernò ha parlato della vocazione professionale, elemento di grande interesse e di interpretazione multipla nell’ambito del settore sociale ed educativo.

In particolare, il dirigente scolastico, si è soffermato sulle diverse accezioni di significato del termine e come la modernità ( o postmodernità come vorrebbero i sociologi odierni) e la secolarizzazione abbiano confuso il termine omologandolo ad altri quali “solidarietà” e termini simili.
Concluso l’intervento del prof. Adernò, la parola è passata a frate Giulio Cesareo, il quale ha parlato della famiglia, amore, sessualità e l’interpretazione di questa rifacendosi al modello di Cristo, portando diversi esempi di carattere pratico.
Ai due interventi, sono seguiti i consueti laboratori didattici che hanno maturato e portato a compimento diverse riflessioni esposte successivamente all’accademico francescano, il quale ha risposto decretando un ottimo riscontro nel pubblico in termini di apprezzamento e condivisione di pensiero.

 

27 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook