Nave Ievoli attualmente in Somalia

Un fine anno difficile per l’equipaggio e le famiglie della nave cisterna Italiana Enrico Ievoli sequestrata dai pirati Somali al largo della coste dell’Oman, nella penisola Arabica, che si trova ora proprio in Somalia in prossimità delle coste di Dhinooda nella provincia di Mudug. A riferirlo testimoni al sito “Somalia Report”. E’ stato riferito che la nave è controllata da un gruppo di pirati armati nei pressi del le coste del villaggio di Dhinooda. L’equipaggio composto da 18 persone di cui 6 Italiani è ora nelle mani di un gruppo di pirati provenienti dalla città di Harardheere. La loro presenza è stata confermata da uno dei pirati di nome Alì che attraverso il sito somalo ha confermato l’intenzione di negoziare una trattativa che i suoi compagni stanno avviando decidendo anche sul riscatto da chiedere.

La Farnesina continua a tenere informate le famiglie in queste ore di angoscia infinita e l’unità anticrisi continua a seguire l’evolversi della situazione. Nel frattempo il vicepresidente della Marnavi Spa, Gennaro Ievoli, è deciso a porre quanto prima una soluzione al caso: “ Ce la faremo a portarli a casa, ciascuno di loro, senza neanche un graffio. E’ la nostra missione, ci conoscono e non molleremo l’osso facilmente”. Il mercantile Ievoli della Marnavi Spa che trasporta un carico di soda caustica  è stato sequestrato il 27 dicembre mentre navigava verso un punto di incontro con una nave Cinese, pochi giorni dopo la liberazione della nave “Savina Caylyn”. Una situazione delicata e ore importanti per la risoluzione della vicenda.

di Manuel Giannantonio

2 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook