Incontriamo Filippo Strocchi l’eccezionale Dj Monti, emiliano d.o.c.

Conoscere Filippo Strocchi è veramente una gran bella fortuna, perchè è uno di quegli artisti completi che non ha bisogno di presentazioni. Il suo carattere è estremamente solare e riflette tutte le qualità dell’emiliano d.o.c. terra da cui proviene e con cui mantiene le proprie radici facendo onore ovunque si esibisce.
Filippo è nato a Modena il 5 Febbraio, ma la sua formazione è avvenuta alla Bernstein School of Musical Theater sotto la direzione di Shawna Farrell, diplomandosi con lode. Ottiene poi una borsa di studio presso la prestigiosa Guildford School Of Acting di Londra. Nel 2006 è protagonista in tutta Italia con Grease (Compagnia della Rancia) per due stagioni, nel ruolo di Danny Zuko, grazie al quale vince il Premio Nazionale Sandro Massimini come miglior performer teatrale in Italia nel 2007. Nel 2008 viene scelto e diretto da Massimo Ranieri in Poveri ma Belli, al teatro Sistina di Roma. Nel 2009 debutta in Germania, al Palladium Theater di Stoccarda, con la produzione tedesca di Wicked (Stage Entertainment) nel ruolo del protagonista maschile Fiyero. Nel 2010 è Link Larkin in Hairspray, (Planet Musical, regia di Massimo Romeo Piparo). Nella stagione 2010/2011 è di nuovo protagonista in Flashdance (Stage Entertainment) nel ruolo di Nick Hurley. Nell´autunno 2011 è il giovane Anthony in Sweeney Todd (regia di Marco Simeoli, Teatro Sala Uno di Roma). Nel 2012 interpreta Mercuzio in Giulietta e Romeo (Musical Emotion, regia di Claudio Insegno). Tra le sue esperienze televisive, viene scelto come unico testimonial per Shooters.

Insomma avrete capito che Filippo Srocchi è un performer completo ed eccezionale, che noi abbiamo voluto incontrare per fargli alcune domande, alle quali ha gentilmente data una risposta:
Chi è il tuo personaggio e quanto rispecchia il tuo carattere?
Io interpreto DJ MONTY, un incrocio tra Tomas Milian e Diego Abatantuono (così mi hanno definito). E’ un personaggio pazzesco, fuori da ogni canone, eccentrico e imprevedibile. Il suo più grande pregio è quello di voler far divertire la gente, di divertirsi e di godersi la vita, proprio come me.
Quale emozione per te essere parte del cast di un Musical così importante?
E’ sempre un emozione far parte di un cast, non importa quanto importante sia la produzione, perché in breve tempo crei dei legami con i tuoi colleghi talmente intensi che ti basta rivederli una volta all’anno per richiamare con uno sguardo tutto quello che hai vissuto insieme a loro. Lavorare in una produzione così seria e importante mi rende orgoglioso e fortunato.
Tu sei stato Danny Zuko in Grease e in questo spettacolo sei sostituto nel ruolo di Tony Manero. Quale affinità vedi nei due personaggi?
Il ciuffo ribelle?..scherzi a parte non trovo affinità, hanno all’interno della trama due percorsi diversi, accomunati solo dall’amore per una ragazza; per Tony, Stephanie sarà la leva del cambiamento mentre in Grease lo è Danny per Sandy.
Quali progetti hai per il tuo futuro o quale personaggio vorresti essere in un tuo prossimo spettacolo?
I miei progetti sono tutti “work in progress”, quindi a causa della mia scaramanzia, non posso dire nulla.
Cosa ha comportato per te essere stato obbligato a stare lontano dallo spettacolo. Cosa Vuoi dire ai tuoi fan?
Diciamo che una frattura al piede a due giorni dalla prima non è una cosa simpatica, ma questo non mi ha impedito di esserci nella giornata più importante e anche se non sono stato sempre presente sul palco, non mi sono mai allontanato dallo spettacolo, tanto meno dalla produzione e dai miei colleghi che mi hanno sostenuto e aspettato con ansia. Nella vita si cade, ma poi ci si rialza…più forti di prima.
E dopo aver conosciuto un po’ meglio questo personaggio, di cui ancora rimangono parecchie sfaccettature da scoprire, non posso che invitarvi ad andarlo a vedere all’opera sul palco del Nazionale per poterlo apprezzare artisticamente, ma sono sicuro anche come persona, perché Giuseppe non fa mancare mai a nessuno il suo grande sorriso che illumina il suo volto ed anche le giornate di chi lo incontra.

Sebastiano Di Mauro
16 dicembre 2012

 

info:
Teatro Nazionale Piazza Piemonte 12, Milano – www.teatronazionale.it
Orari: da domenica a giovedì alle 20.45, venerdì alle 20.30
sabato e domenica alle 20.45 e alle 15.30,
Prezzi: da 21 a 86 euro.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook