Pianisti di altri mondi, musica senza frontiere

Pianisti di altri mondi, musica senza frontiere

Il Teatro Parenti, da gennaio 2020, si riempie di musica con la rassegna Pianisti di altri mondi.

Lo fa, come sempre, con un’originale collaborazione: con La Società del Quartetto. Nata dall’idea di Tito Ricordi intorno al 1864 per “incoraggiare i cultori della buona musica con pubblici esperimenti”, La Società del Quartetto di Milano nasce dunque con il proposito di diffondere tutta la musica ritenuta allora “nuova”, non operistica.

Anche Pianisti di altri mondi, come sottolinea la presidente Ilaria Borletti Buitoni, vuole offrire un nuovo modo di fare musica, cercando di coinvolgere un pubblico sempre più ampio ed interessato alla contemporaneità.

Con questa rassegna si intende infatti mostrare la vitalità e la ricchezza musicale di oggi, superando quella leggera avversione che circola tra i puristi della musica classica.

Pianisti di altri mondi presenta 8 concerti, con 11 pianisti dal mondo, per varcare frontiere geografiche, stilistiche, temporali.

Ideatore del ciclo di concerti è Gianni Morelebaum Guaalberto curatore per anni, della splendida rassegna Aperitivo in Concerto, al Teatro Manzoni di Milano.

Si comincia domenica 19 gennaio 2020 alle ore 11:00 col concerto fra tradizione indiana, jazz e cultura afroamericana, di Vijay Iyer.

Il virtuosismo contemporaneo di Vanessa Wagner vi propone oggi la musica di domani, domenica 9 febbraio. Da Scott Joplin in poi: alle radici della musica popolare del Novecento con Yonathan Avishai, sarà il concerto di domenica 23 febbraio sempre alle ore 11:00.

Domenica 15 marzo, un concerto tra musica e teatro (e viceversa), un connubio fra musica e immagini, fra musica e happening teatrale con Lisa Moore.

E ancora Le strade musicali dell’America: Timo Andres , domenica 22 marzo; Simon Ghraichy con la musica latinoamericana, domenica 29 marzo.
Infine Pianisti di altri mondi propone, domenica 5 aprile,  il pensatore più provocatorio del jazz contemporaneo – Jason Moran, compositore jazz pianista e artista che spalanca una finestra sulla musica improvvisata.

Un’idea originale, per un regalo per le feste o di buon auspicio per l’anno nuovo!

 

Teatro Franco Parenti, Via Pier Lombardo 16, Milano

Pianisti di altri mondi

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook