Daniele Silvestri sotto le stelle. Gratis!

di Luca Bolli

L’evento in occasione di Farenight 2011

Si terrà stasera, mercoledì 10 agosto, l’atteso concerto che vedrà esibirsi il cantante romano nell’affascinante e suggestivo contesto di Piazza IV Novembre a Perugia. Nella notte delle “stelle cadenti” il Comune ha voluto, infatti, deliziare gli ospiti del capoluogo con un’esibizione che, di certo, richiamerà molti appassionati della musica rock-pop italiana e non solo. L’evento si inserisce nel contesto della manifestazione FareNight 2011, insieme di date dagli svariati target ed identità, che vedrà concentrarsi, per lo più in centro, avvenimenti culturali dal 2 agosto all’11 settembre. La serata di San Lorenzo, inoltre, vedrà anche la luce del promo per la candidatura di “Perugia-Assisi 2019”, ovvero la presentazione dell’impegno intrapreso per far eleggere le due città umbre quali “Capitali Europee della Cultura”.

In tutto questo piomba il tour S.C.O.T.C.H. di Daniele Silvestri, cantautore eclettico, discontinuo forse, che fa poco rispetto ad altri, ma in compenso fa bene. Un cantastorie di vecchia data, di altri tempi, che sa variare tra generi diversi (tra cui il rock, il jazz e il pop), che sa ridere del mondo e di se stesso con canzoni leggere, ma sa anche intraprendere battaglie decise e bucare il video (o la radio) con le sue idee. Un “ragazzone”, un eterno giovane, che già sedici anni fa seppe deliziare il pubblico con una performance non proprio da “nuova proposta” al Festival di Sanremo e che, dopo di ciò, non seppe più fermarsi: 7 album in studio, 1 live, 2 raccolte. Un dietro l’altro. Poi le pause: per lavorare bene, lavorare il giusto e sfornare musica leggera sì, ma mai banale; scherzosa, ma non commerciale (nel senso cattivo del termine).Ad ogni nuova uscita un successo. Testi più e meno conosciuti tra cui spiccano perle vere come Amarsi cantando, L’uomo col megafono, Le cose in comune, L’Y10 bordeaux, Cohiba, Salirò, Il mio nemico, Sempre di domenica, Monetine e Occhi da orientale.

Ora il nuovo lavoro, atteso per quattro anni dai fans: subito di successo, forte di collaborazioni eccellenti (da Gino Paoli, a Niccolò Fabi, fino ad Andrea Camilleri) e di testi azzeccati per un album che delizierà tutti coloro che vorranno accorrere in piazza nella notte delle stelle cadenti. Tra la Fontana Maggiore e Palazzo dei Priori l’atmosfera sarà calda e serena: San Lorenzo ha deciso di regalare al capoluogo una serata limpida, fatta di stelle e di musica.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook