Ubriaca a Belgrado, fischi per Amy Winehouse

Ci aveva abituato alle sue stramberie, e i suoi problemi con l’alcol e purtroppo non solo erano più che noti, ma la speranza è sempre quella di rivedere fiorire un artista del calibro di Amy Winehouse. Purtroppo a Belgrado, dove ha aperto il suo tour europeo non è stato così, presentandosi ad una platea di oltre 20 mila persone ubriaca che a malapena si reggeva in piedi e non è difficile immaginare quale può essere stata la prestazione canora. Il pubblico radunato ai piedi della fortezza Kalemegdan non ha reagito all’ennesimo eccesso della loro beniamina ricoprendola di fischi e per quanto si può avere stima dell’artista inglese come si può dar torto al pubblico:  “Ho speso il mio stipendio settimanale, 38 euro, per vedere il concerto.

Ero consapevole dei suoi problemi, ma gli organizzatori avrebbero dovuto annullare lo spettacolo per lasciare a noi fan il ricordo della vera Amy”. Questo è il commento a caldo di un insegnante di 35 anni presente allo spettacolo. I musicisti hanno tentato di placare la folla ma invano.

Si dice che Amy da poco ha terminato una cura per disintossicarsi dall’alcol e i media avevano riferito che le bottiglie di alcolici erano state bandite dai suoi concerti, ma a quanto pare non è proprio così. Speriamo Amy si riprenda al più presto e possa e possa tornare ad essere la stella che conosciamo, il 16 luglio è attesa in Italia al Summer Festival di Lucca, noi ci saremo e speriamo di potervi parlare questa volta di una performance straordinaria, di un primo passo verso una nuova ascesa.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook