Milan a punteggio pieno, 2-1 al Cagliari

Milan a punteggio pieno, 2-1 al Cagliari

Ancora una vittoria per il Milan di Montella. Nella seconda giornata di Serie A, i rossoneri riescono a superare 2-1 il Cagliari e a salire a quota 6 punti in classifica, a punteggio pieno. Un risultato che premia il Milan forse anche più di quanto avrebbe meritato, poste le difficoltà della squadra milanese nel trovare la quadra e avere la meglio di un avversario dimostratosi organizzato e determinato.

Ancora Cutrone – Montella schiera in avanti nuovamente il baby Cutrone, lasciando in panchina Kalinic e Andrè Siilva. Il giovane attaccante lo ripaga dopo appena dieci minuti: cross di Suso, zampata vincente del bomber da dentro l’area piccola. Per Cutrone quattro gol in sei partite ufficiali di questa stagione, il più giovane calciatore ad aver segnato almeno due reti nei top cinque campionati europei in questa stagione. Il Cagliari non si lascia spaventare dall’aggressività rossonera e al 20’ sfiora la rete del pareggio con Sau, sfortunato a colpire il palo di destro da dentro l’area di rigore. Dieci minuti più tardi ci prova Joao Pedro da fuori area, ma il pallone sorvola (non di molto) il montante, con Donnarumma proteso in tuffo.
Il Milan contiene gli avversari e prova a far mare in contropiede: Borini, al minuto numero 40, ha l’occasione giusta per raddoppiare, ma Cragno è attento e para.

La decide Suso – Nella ripresa il Cagliari si fa subito sotto e, al minuto 56, riesce a pareggiare grazie al gol di Joao Pedro, che sfrutta l’eccesso di confidenza di Donnarumma e Kessie e realizza di sinistro la rete dell’1 a 1. Uno schiaffo che fa male al Milan tanto quanto basta per reagire e rialzare il baricentro. Con Biglia in più in regia, gli undici di Montella riescono ad organizzare meglio la manovra e al 70’ trovano la rete decisiva con una magia di Suso, che trasforma alla grande una punizione dal limite. Un mancino perfetto all’angolino che conferma l’ottimo inizio di stagione dello spagnolo. Nel finale i sardi ci provano con Sau, ma il muro eretto da Montella, passato nel frattempo alla difesa a cinque, regge senza scricchiolare. Il triplice fischio proietta il Milan in testa alla classifica a punteggio pieno dopo due turni: non succedeva da tre anni.

Meritano 2duerighe:

Suso: sembrava essere tra i partenti, si conferma invece un uomo fondamentale nello scacchiere tattico di Montella. Illumina San Siro con le sue giocate e decide la partita.
Kessie: ha rischiato di rovinare il match dei rossoneri regalando palla ai sardi in occasione dell’1-1. Un errore che sporca, in parte, quanto di buono fatto vedere in queste prime uscite stagionali.

Il tabellino:

Milan – Cagliari 2-1 (primo tempo 1-0)

Marcatori: Cutrone (M) al 10′ p.t.; Joao Pedro (C) all’11’, Suso (M) al 25′ s.t.

Milan(4-3-3): G. Donnarumma; Conti, Musacchio, Bonucci, Ricardo Rodriguez; Kessie, Montolivo, Calhanoglu (dal 18′ s.t. Biglia); Suso, Cutrone (dal 33′ s.t. Kalinic), Borini (dal 49′ s.t. Antonelli). (A. Donnarumma, Storari, Calabria, Romagnoli, Zapata, Abate, Locatelli, Gabbia, André Silva). All. Montella.
Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Padoin (dal 38′ s.t. Faragò), Andreolli, Pisacane, Capuano; Barella, Cigarini, Ionita; Joao Pedro (dal 31′ s.t. Cop); Farias (dal 41′ s.t. Cossu), Sau. (Crosta, Daga, Dessena, Giannetti, Miangue, Romagna, Ceppitelli). All. Rastelli.

Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Note: ammoniti Joao Pedro (C), Kessie (M), Montolivo (M).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook