Inter – Roma 1-3, ai giallorossi la sfida Champions

Inter – Roma 1-3, ai giallorossi la sfida Champions

In uno stadio “Meazza” immerso nell’atmosfera tipica delle grandi sfide, la Roma supera 1-3 l’Inter e si aggiudica quello che da molti veniva considerato un vero e proprio spareggio per la Champions. I nerazzurri si arrendono sotto le bordate di Nainggolan (doppietta d’autore) e non sfruttano la grande opportunità di avvicinarsi a quel terzo posto che permette di accedere alla prossima Champions League.

Pioli ritrova Icardi dopo la squalifica e mette a suo supporto Joao Mario, con Perisic e Candreva esterni.
Spalletti schiera Nainggolan e Salah alle spalle dell’unica punta Dzeko.

Bomba di Nainggolan – Fin dall’inizio l’Inter fa un’enorme fatica a sviluppare il suo gioco. I giallorossi si chiudono bene e l’imbucata per lo scattante Icardi diventa l’unica soluzione praticabile per cercare di avvicinarsi all’area avversaria. Proprio un lancio in profondità propizia una ghiotta occasione per l’attaccante argentino, che però non è lesto come suo solito e viene recuperato da Fazio. Dall’altro lato, invece, Nainggolan non perdona: il belga trova un varco libero sulla fascia sinistra, converge al centro e lascia partire un tiro potentissimo che si infila sotto l’incrocio della porta difesa da Handanovic.
Il gol zittisce San Siro e annichilisce la carica agonistica della squadra nerazzurra, che rischia di subire il 2-0 con Salah e con Dzeko. Nel finale di tempo Brozovic ha l’occasione buona per pareggiare i conti, ma il suo destro sporco è deviato in angolo da Szczesny.

Altra prodezza di Nainggolan – Nel secondo tempo l’Inter sfiora subito il pareggio con Candreva e Perisic. Un approccio positivo, che però non produce il risultato sperato. Anzi, alla prima occasione utile, Nainggolan, ancora lui, si ripete con una nuova prodezza da fuori area che regala il 2-0 alla squadra giallorossa.
L’Inter accusa il colpo e non riesce più a rendersi pericolosa. Almeno fino all’81° minuto, quando Icardi si fionda in scivolata su un traversone di Perisic e accorcia le distanze ridando fiducia a tutto il popolo nerazzurro. Speranza però che muore inesorabilmente appena 4 minuti dopo, quando Tagliavento giudica da rigore un intervento di Medel su Dzeko e dà la possibilità a Perotti l’opportunità di realizzare dagli undici metri il gol del definitivo 3-1.

Meritano 2duerighe:

Nainggolan: i suoi due gol sono degli autentici capolavori. Schierato dietro la punta, abbina quantità a qualità, diventando letteralmente devastante. Un fenomeno.

Brozovic: sbaglia tutto ciò che è possibile sbagliare, e anche di più. Molle e disorientato, viene sostituito nella ripresa con Eder.

Il tabellino:

Marcatori: 12′ p.t. e 11′ s.t. Nainggolan, 36′ s.t. Icardi, 40′ s.t. Perotti su rigore.

Inter (3-4-2-1): Handanovic; Murillo, Medel, D’Ambrosio; Candreva (dal 30′ s.t. Gabigol), Gagliardini, Kondogbia, Perisic; Brozovic (dal 9′ s.t. Eder), Joao Mario (dal 35′ s.t. Banega); Icardi. (Carrizo, Andreolli, Palacio, Biabiany, Ansaldi, Sainsbury, Santon, Nagatomo). All. Pioli.

Roma (3-4-2-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas; Bruno Peres (dal 44′ s.t. Vermaelen), De Rossi (dal 9′ s.t. Paredes), Strootman, Juan Jesus; Salah (dal 26′ s.t. Perotti), Nainggolan; Dzeko. (Lobont, Alisson, Grenier, Totti, Mario Rui, Gerson, Emerson, El Shaarawy). All. Spalletti.

Arbitro: Tagliavento di Terni.

Note: ammoniti Perisic (I), Fazio (R) e Murillo (I) per comportamento non regolamentare, De Rossi (R) per gioco scorretto.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook